PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 17/04/2013
Don don don.
l' orologio della torre
suona le ore.
uccelletti striminziti
bussano dietro i vetri appannati.
fuori larghe falde appannate
danzano nell'aria.
polverosa la neve cade dal cielo,
quieta i rumori della città.
non si sente lo stridore
delle auto.
la fruttivendola
non si sente strillare.
fievolmente cade la neve
stendendo il suo bianco scialle,
copre la città e tutta la valle.
  • Attualmente 3.28571/5 meriti.
3,3/5 meriti (7 voti)

Un ammirevole tentativo di filmare un evento sempre affascinante.

il 17/04/2013 alle 17:11

mi piace :-)

il 17/04/2013 alle 18:06

Grazie dei commenti

il 17/04/2013 alle 18:44

la fruttivendola non si sente strillare.. questi versi, forse perché più veri, sn quelli che mi piacciono di più! a presto frida :)

il 17/04/2013 alle 20:33

La fruttivendola?Sta dentro al caldo.....

il 17/04/2013 alle 21:27

Sta al bar a bere un punch

il 17/04/2013 alle 23:16

Bravissima! Ciao patty

il 18/04/2013 alle 08:19

bella descrizione.marinella

il 18/04/2013 alle 08:45

la neve? posso dire mai vista nella mia città ,piaciuta la poesia,saluti.

il 18/04/2013 alle 08:48

Pascoliana, forse un po' troppo, ma piacevole. Saluti.

il 18/04/2013 alle 12:28

bella. la neve purifica l'anima. abbraccio.

il 18/04/2013 alle 17:29

grazie a tutti

il 23/04/2013 alle 17:55