Pubblicata il 16/04/2013
da bimbo tanto amavo, 'siso in terra,
giocare con miriadi di soldati
e pria di darli a Morte in pasto armati,
mirarli lì parati per la guerra.

da bimbo tanto amavo la corazza
che a Roma presi quale legionario,
lo scudo e il gladio e il pari armamentario
e mi fingevo grande mia la stazza.

da bimbo io giocavo, 'siso in terra,
per viver, uomo, vita sempre in guerra.
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

sarebbe meglio che non ci fosse la guerra della vita ,pero' se cosi' fosse devi cercare di convivere con lei e piano piani spazzarla via ,sinceri saluti

il 16/04/2013 alle 18:09

grande realta'marinella

il 17/04/2013 alle 07:36

Grazie a entrambi per i commenti! :)

il 17/04/2013 alle 07:49

davverdavvero piaciuta! complimenti!

il 17/04/2013 alle 20:43

Ti ringrazio!

il 18/04/2013 alle 12:21

Bella la tua poesia mi ha fatto ricordare i giochi con mio fratello. Una fila di soldatini lui una fila io e una pallina. Naturalmente vinceva chi li stendeva tutti.

il 18/04/2013 alle 15:22