PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 12/03/2013
L'unico fior del vicolo,un geranio,
da un grigio balconcino,
alza le scarlatte corolle al cielo e ride.
ride come i bambini che col pallone
coloran la viuzza..
si crede fiamma tra guizzi di sole.
si crede canto tra sonorita'di vento.
sussurra coi rondoni che in snelli giri
graffiano il sereno,
beve tutto l'argento della luna
se disegna ragnatele sopra i tetti.
ride,ma ha vita breve e non lo sa.
domani sara gia' autunno.,
tra le case piangera'la nostalgia:
piogge della liquide dita
sgualciranno la sua carne di seta,
scoloriranno il carminio del suo cuore
e restera' senza colore
il balconcino grigio,
senza sorriso il vicolo silente.

m.c
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)

ma che bella. piaciuta molto, brava. abbraccio.

il 12/03/2013 alle 17:20

alla assiduita' di gianni,il mio grazie sentito marinella

il 12/03/2013 alle 17:58

Un’immagine spontanea, fluida, viva, in versi nati da una visione d’insieme, per un generoso consenso al bel quadro descritto.

il 12/03/2013 alle 18:01

grazie ugo, e'un poco la metafora della vita..si ride..ciao marinella

il 12/03/2013 alle 18:25

grazie ugo, e'un poco la metafora della vita..si ride..ciao marinella

il 12/03/2013 alle 18:25

La tua delicatezza espressiva illumina i tuoi versi trasformandoli in immagini visibili e condivisibili. Descrivere la metafora della vita ricorrendo ad un fiore, denota,ancora una volta, la tua sensibilità e la tua levatura. Grazie,patty

il 13/03/2013 alle 07:27

versi che prendono vita attraverso le sue parole questo è un dono da pochi complimenti accompagnati da un abbraccio affettuoso

il 13/03/2013 alle 09:24

nulla come il fiore si presta a metafora dell'esistenza e questo tuo geranio, fiore semplice ed umile e quanto di più vicino ci possa essere a rappresentare molte vite che si svillupano miti , lontane dai fragori e dalle spettacolarizzazioni e, proprio per questo, più grandi un abbraccio

il 13/03/2013 alle 13:30

per patty,lilli e nelly il mio grazie per la lettura di questa mia poesia che e'in poco lo specchio della mia vita.molto semplice baci a tutte e tre Marinella

il 13/03/2013 alle 15:21

E' bastato un fiore di geranio per dare alla poesia tutta la sua bellezza. Molto gradita,saluti eclisse.

il 13/03/2013 alle 18:19

grazie infinito idel tuo apprezzamento marinella

il 13/03/2013 alle 18:37

non mi era sfuggita.. l'ho letta e riletta.. il geranio è un fiore bello e delicato, come sei tu piccola marinella, le stagioni della vita però non sempre combaciano con le stagioni del cuore.. nel tuo è sempre primavera.. più che come geranio, per me sei quella forte ginestra che vive al di là degli anni.. nelle tue parole.. un bacio francesca

il 14/03/2013 alle 10:44

grazie franci, attenta e gentile sempre..,giovane amica cara.marinella

il 14/03/2013 alle 12:42

Sento il profumo del geranio mischiato all'odore del vicolo...è ricca di sensazioni questa poesia! Voce

il 14/03/2013 alle 15:57

intensa, da leggere e rileggere, ciao marinella, andrea ;-D

il 14/03/2013 alle 16:36

ciao andrea, sei sempre presente e mi fa tanto piacere marinella

il 14/03/2013 alle 17:48

x voce grazie infinite per essere passata da qui marinella

il 14/03/2013 alle 17:49

descrizione al solito fotografica, personalmente a me pare uno scalino "che in snelli giri" brava. joe

il 04/04/2013 alle 19:24

Bella poesia, hai descritto il terrazzino di nonna Bibi

il 26/04/2013 alle 11:46