Pubblicata il 07/02/2013
Dal collo di pelliccia
salgono aliti di disprezzo,
gelidi e incandescenti,
come aghi di ghiaccio
si sciolgono tra le rughe
di tristezza, nuove.

Le guance accese
di uno struggimento antico
si offrono nude
ai fiocchi dell’inverno di Mosca.

Nelle pieghe segrete del corpo
vibrano ancora carezze
di polvere d’oro
e degli azzurri sfatti
Di certi pomeriggi veneziani

Il tuo orecchio è ferito
dal pianto del figlio
che scioglie i nastri
di un dono proibito
e dal silenzio muto
di una piccola bocca serrata.

Gli orchestrali ripongono gli strumenti
davanti al tuo abito da sera,
nelle coppe di champagne
abbandonate sui tavoli
tacciono i brindisi.

Lo sferragliare della locomotiva
si impiglia tra i riccioli
e sporca la quiete della stazione
ovattata dalla livida luce di neve.

L’ombra dell’ufficiale
si appanna, lontana,
l’addio si nasconde
tra consunti sedili di velluto.

Deponi i sogni, Anna,
ai piedi delle tua battaglia perduta,
e appendi il tuo dolore ad una stella.
Ancora un passo e,
il treno accoglierà,pietoso,
il tuo destino fra le sue braccia.

Epilogo preteso
da una "petite femme comme il faut"
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)

ti fioriscono dall'interno versi che deliziano.marinella

il 07/02/2013 alle 21:07

Rapita dalla tua descrizione e dai tuoi splendidi versi. Sei bravissima.patty

il 08/02/2013 alle 07:57

Bellissima..come il romanzo del resto... m piacconole descrizioni, così delicate eppure di grande risalto, come le guance nude che si prestano alla bianca e gelida neve di mosca... e la dolcezza con un fondo di tristezza nel deponi i sogni Anna... troppo bella questa si è poesia. ciao lilli ti abbraccio Andrea

il 08/02/2013 alle 15:36

grazie andrea x il tuo gradito commento un abbraccio lilli

il 08/02/2013 alle 18:44

per patty e marinella grazie del vostro apprezzamento lili

il 08/02/2013 alle 18:45

Compenetrante praticamente immergersi in tal vicenda con descrizione accorta e suggestiva piaciuta tanto complimenti. saluti Terence.

il 21/02/2013 alle 08:07

Hai donato ulteriore vita ad un dramma classico in odor di immortale!

il 13/03/2013 alle 16:28

da donna a donna l'immedesimarsi nel sentire piacevole ritrovarti cara a presto

il 18/03/2013 alle 10:11