Pubblicata il 04/02/2013
La luce di un faro spazza sul mare della vita
ogni falcata di luce scolpisce vivida
i volti sofferenti per l'inquietudine di vivere
indifferenza gioia funerali e compleanni
scandiscono i mercati dall' oriente ad occidente
notizie in tempo reale arrivano prima della buonanotte
tornadi arricchimenti di uranio kamikaze
in fondo all'Irak ostaggi ammazzati
bambini con la pancia gonfia
muoiono di fame a sud dell' Equatore
da noi un tizio geloso fa fuori moglie e figli
là un nazista col cervello bruciato uccide
col sorriso sulle labbra giovani campeggiatori
uomini di governo rubano senza dirlo a se stessi
poi declamano versetti evangelici in nome del popolo
la gente ha paura del mondo che verrà
e sentendosi stringere il buco del culo
crede a tutto ciò che moderni sciamani
vanno raccontando come se fossero
moderni Jacoponi.......
come se fossero....
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (8 voti)

Fotografia drammatica dei nostri giorni, dove la parola parola d'ordine è:indifferenza. Ci stiamo abituando ad ogni sorta di orrore. Indifferenza e abitudine... e siamo diventati tutti.... l'ultima parola che volevi scrivere. Che tristezza. Che mondo consegneremo alla nostre generazioni. Cosa possiamo fare, se siamo tutti intenti a difendere il nostro orticello? Sei bravo Rom, molto bravo, possiedi la grinta giusta per urlare il tuo dissenso unito al disgusto, Fallo ancora. Grida più forte. Un abbraccio patty

il 04/02/2013 alle 15:25

eppure è scritto che Dio fece l'uomo a sua immagine e somiglianza... devo dire altro? ciao Romeo, sono col tuo pensiero

il 04/02/2013 alle 18:18

fotocopia apocalittica del presente e , ahimè, anche del futurp prossimo venturo non c'è più il futuro di una volta,,, recitava il grande Ennio Flaiano

il 05/02/2013 alle 09:49

Hai toccato un argomento attuale che scotta e...chi lo sa dove andremo a finire ... andando avanti così. Bravissimo nella stesura del testo. Cari saluti Lorella

il 13/02/2013 alle 15:10

forse sto per dire una grande scemenza, ma credo che da che l'uomo è comparso sulla terra, l'umanità sia avanzata tra delitti e disumanità più o meno note e riconosciute come tali. secoli fa, senza i mezzi di oggi, chi poteva sapere cosa accadeva a soli pochi km di distanza?........in fondo dall'era primitiva a quella di oggi è cambiato solo che possiamo sapere in tempo reale o quasi cosa avviene in ogni angolo del mondo......la follia umana resta sempre la stessa Indifferenza compresa. la poesia mi è piaciuta molto....amara e lucida. ti abbraccio eos.

il 17/04/2013 alle 23:06

Concordo con atena

il 24/04/2013 alle 23:30

Come se fossero, come se fossimo...Solo fermarsi un attimo prima di credere di poter sovrastare un altro essere umano, basterebbe a dare una speranza, a non credersi onnipotenti. Bello scritto Romeo

il 06/02/2014 alle 15:28