Che omero mi perdoni

Che omero mi perdoni
4,6/5 meriti (7 voti), lettura, 22 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 16 di Gennaio del 2013

....Magari tu lo cercavi ad Est e lui rincasa da Ovest.... Non trovandoti a casa si inquieta e si rimette in mare per cercarti... tu poco dopo, incazzata, ritorni a casa e te la prendi con il...Sommo. L' indomani ti rimetti per mare....Lui, depresso per non averti trovata, mestamente ritorna ad Itaca e, ovviamente, non vedendoti incomincia a bere per dimenticare... Una "procia" ne approfitta e si intrufola nel famoso letto scavato nel ceppo della quercia....E si addormentano, dopo..... Anche tu, mestamente, te ne ritoni ad Itaca...dopo lo sbarco vai verso casa, entri e lì trovi tuo marito che dorme accanto alla "procia"..... Quello che è capitato dopo anche gli dèi lo vogliono dimenticare..... Ai posteri l'ardua sentenza.... Un abbraccio, rom.

il 16/01/2013 alle 15:13

....Dimenticavo.....Che Omero perdoni anche me!! rom,

il 16/01/2013 alle 15:15

Ci perdonerà.... ma io l'avrei trovato, sicuro!

il 16/01/2013 alle 15:18

eh! quasi ci eravamno dimenticati che esiste un poeta di nome Omero. mi hai fatto fare un tuffo nella mitologia fantastica di quel grande.non solo mi ricordi che ci sono altri grandi. bellissima poesia.grazie. nanni

il 16/01/2013 alle 19:22

Caro nanni, qui di bello c'è solo il ricordo del grande Omero... Un caro saluto patty

il 17/01/2013 alle 06:35

I ricordi di una cultura classica sono difficili da dimenticare e scandalizzano coloro che vivono solo in un microcosmo tecnologico. L' ho letta con gusto ed ho compreso che le donne di oggi andrebbero di persona a riprendersi i mariti confusi e smarriti tra i canti di certe sirene ammaliatrici. Il commento di Cantorom è esilarante e l'idea di una procia mi sorprende, perchè le donne dei Proci sarebbero rimaste nelle loro dimore. Ma Omero ci perdonerebbe anche questa travisazione del suo mondo che ho sempre sognato, mentre parafrasavo centinaia di versi... Vedi, mi sono dilungato ,ma l'occasione del tuo scritto mi ha dato la spinta a... tediarti. Spero non troppo. Apprezzamenti e saluti come nettare e ambrosia per te, altera figlia di Zeus.

il 17/01/2013 alle 10:26

Caro decio, non mi hai affatto tediata, il tuo commento è esilarante. L' ho letto e riletto, e mi hai fatta sentire proprio come l'altera figlia di Zeus. Grazie di cuore

il 17/01/2013 alle 11:54

anch'io sarei andata a prendermelo...non amo attendere...simpatica la tua versione. un abbraccio ninetta

il 17/01/2013 alle 13:50

sinceramente, anche da donna di oggi, non sarei andato a riprenderlo........era cmq lui che doveva tornare se mi voleva ...immagini l'eroe preso per mano e trascinato a casa come un bambino dell'asilo? magari a suo di schiaffi... mi hai fatta ridere e mi ha divertita la versione di cantorom. baci eos

il 17/01/2013 alle 17:01

No Eos, non per mano, ma per dargli una mano a combattere i suoi antagonisti. Non ho simpatia per le attese. Ciao Patty

il 17/01/2013 alle 21:24

Cara ninetta la penso come te.Ciao Patty

il 17/01/2013 alle 21:25

Una vecchia canzone Napoletana dice: "Nu bellu maretiello è sempe buono" quindi voi che ce l'avete, tetetelo stretto al vostro cuore. Marygiò

il 19/01/2013 alle 09:24

Io non l' ho più.... ciao cara Mary. Un abbraccio

il 19/01/2013 alle 09:32

Cara Patty, hai rivisitato un grande poema, con gli occhi di una donna risoluta e forte... Ma non possiamo snaturare la storia e i miti...pertanto ti dico ,brava ,per questa visione moderna. Un abbraccio festivo. Dora

il 19/01/2013 alle 11:09

Ciao Atena...mi sono sentito coinvolto nella Tua poesia,dato dal fantasioso e gradevole contenuto, nonchè dal fatto che, anch'io mi chiamo Omero...ciao...bacione...

il 27/02/2013 alle 07:46

Grazie Omero, mi sono divertita un po' con l'Odissea... Un cordiale saluto a te. patty

il 27/02/2013 alle 08:20

succosa primizia.. votata! e per la cronaca.. parlando sempre di Omero... il "pomo d'oro" senza dubbio va "alla più Bella" trasposizione moderna di un classico... è così che andrebbero studiati gli autori antichi, senza pretese e senza offese! un bacio!:)

il 03/03/2013 alle 11:43

Commento molto apprezzato. grazie di cuore. Patty

il 03/03/2013 alle 18:13

Plaudo la poesia, una visione interessante del mito e fatta alla luce della propria sensibilità, cosa che secondo me non guasta mai. Vorrei anche plaudire il commento di Deciomassimo " I ricordi di una cultura classica sono difficili da dimenticare e scandalizzano coloro che vivono solo in un microcosmo tecnologico. "

il 21/04/2013 alle 15:41

Ciao, se permetti ti chiamerò Boros, il serpente che si divora mi mette soggezione e un po' anche tu per la tua bravura. Quindi caro Boros, ti ringrazio di cuore per il tuo bel commento e ti informo che sono recidiva, se ti interessa c'è anche " Che Omero mi perdoni ancora" fammi sapere, Ciao Patty

il 21/04/2013 alle 16:00

Lady Patrizia, una donna innamorata, caparbia, fedele, sensibile, passionale, impavida.. più di quanto lo stesso Omero avrebbe potuto immaginare! Complimenti a voi, milady.. da parte di chi vi regalò quella leggendaria nave! Patty... prendi la nave e Party! Sir Morris

il 03/06/2013 alle 14:12

Grazie Sir, grazioso gioco di parole, Buona giornata

il 04/06/2013 alle 07:15
Di Penelope, mai capii
la decennale e statica attesa.
L'unica arguzia, quell'interminabile tela.
Al posto suo, avrei turbato la quiete dell'Olimpo,
urlando la mia determinazione.
Nettuno, intenerito dalla lacrime mie amare,
avrebbe reso favorevoli suoi mari.
Il mio canto d 'amore, avrebbe commosso
Eolo, che mi avrebbe concesso il suo alito,
forte o leggero, secondo l'occasione.
Anche L' immenso Giove, stanco del contendere e del mio patire,
mi avrebbe fatto dono di una possente nave,
in grado di solcar i sette mari.
Sirene, maghe, e compagnia,
avrebbero passato un brutto quarto d'ora...
L'avrei trovato e riportato a Itaca,
a casa...
  • Attualmente 4.57143/5 meriti.
4,6/5 meriti (7 voti)