Pubblicata il 21/11/2012
Fu là…
(Inno a una donna “in politica” )

Fu là,
in quell’incontro telematico
di fine marzo del “duemiladieci”,
che ti abbiamo veramente conosciuta,
donna coraggiosa…

Fu là,
che tu, nella tua calda semplicità,
nella tua disarmante e al tempo stesso
forte personalità,
ci hai fatto “innamorare” di te,
donna combattiva…

Fu là,
in quella stanza a te estranea
strappata dai tuoi più cari affetti,
che tu sedevi dietro a quel tavolo,
e ci guardavi,
donna del domani …

Come dirti
la nostra tristezza:
la tua voce dapprima un poco incerta
ma poi man mano più sicura,
esprimeva la certezza
di trovarsi tra vecchi amici,
donna delle certezze…

Il tuo sorriso
così dolce seppure triste,
e la trasparenza dei tuoi occhi,
hanno commosso quel giorno
chi ti incontrava per la prima volta.
Ora hai altri amici,
donna che non t’arrendi mai …

Da quel giorno
cominciammo a cogliere
mille stelle di speranza,
per ornare i tuoi capelli
e strappare un filo di sole
dal tuo sguardo.
Così sempre accadrà…

Ora ti preghiamo,
nostra cara amica:
trasformati in stella,
trasformati in luna
e in astro di speranza,
nei cieli della nostra povertà.
Con l’aiuto di Dio tu lo sai fare…
con il suo aiuto tu lo puoi fare.
Coraggio, forse questo avverrà…

Vinci questo mondo
che ti vuol far respirare cenere;
quelle sacche che sprigionano veleni;
quei volti rivestiti di fango,
e costruisci le ali
per farci salire più in alto.
Assieme a tutti noi, la verità vincerà!

Giovanni Milazzo

20 novembre 2012
Tutti i diritti riservati
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Un vero inno descritto abilmente e amabilmente.
Ancora complimenti
Patrizia

il 24/11/2012 alle 12:16