Utente eliminato
Pubblicata il 02/11/2012
Ho vestito d’eleganza la mia foggia,
rievocando dai ricordi la passione,
torna pietra rossa sul mio carezzarti,
e l’attesa ad arrossire il mio pallore.
Tu verrai e amanti danzeremo stretti,
sulla luna che dipinge queste scuri,
in eclissi i nostri cuori roteeranno,
raccontandosi in silenzio d’emozioni.
Fra le note un bacio sfiora la tua nuca,
profumando la mia bocca d’avvenire,
la mia anima stonata si domanda,
quanti sogni l’alba giungerà a smorzare.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Spero che questa tua poesia abbia il seguito sperato...sarà un vero grande amore.
Bellissima poesia,bravo.Un caro saluto eclisse.

il 03/11/2012 alle 19:11