Pubblicata il 28/09/2012
silenzio. sibilo, sigma
eiettato dalle fischianti mandibole dei
greci, usciti di Frigia in Pelasgia
sbavando morfologia dal crogiolo mascellare.
craniali orchestrazioni. luccicore
d'osso nudo che balza
fuori dalla ferita
che mi fa la troia vita.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

originale e caustica, bello il finale con la rima baciata e quel tocco di scurrile che piace

il 28/09/2012 alle 08:39

ho scritto tante poesie scurrili recentemente ma questa proprio no. a meno che lei non abbia delle perversioni interessanti.
PS complimenti per l'Anabasi, gran libro! chiuderò un occhio sulla manchevole purezza della sua lingua attica.

il 28/09/2012 alle 11:09

....ottimistica....
per lo meno non è una vita che si lascia andare...
ma a onor del vero son qui solo per leggere e rileggere delle "craniali orchestrazioni"...

Con piacere,
A.G.

il 28/09/2012 alle 23:17

orchestri pure allora.
T.O.H. Y.E.A.H.

il 29/09/2012 alle 00:54