PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Utente eliminato
Pubblicata il 08/09/2012
I pensieri vagano a cuore fermo
alzano barriere che non hanno fine,

Gli occhi si chiudono, sperando di non pensare
ma sono sempre li più forti di prima
nel buio rendono la pazzia normalità

Forse dovrei solo smettere
di essere in mezzo a loro
di guardarli, di sentirli,

Piombano nell’abisso

Il fuoco della vita brucia
mondi fantastici che cancellano la realtà
esaltano con cattiveria e pregiudizio
la loro diversità..

Un girotondo senza risposte
esalta il piacere profondo del peccato
come realizzazione di un sogno

Il vento accarezza il vuoto che è in noi

Grigie lame affamate perforano l'anima

di feroci morsi che fanno
carne viva del dolore

Increspature concentriche
scuotono rami
in un assordante fruscìo

Si raccolgono

Lembi di pensieri morbosi

tra spazi fioriti
languiscono parole
treremolanti
sulle pareti fragili

Accattivanti

Empiono luoghi di follia
e libere gioie
che nascondono tristezza.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

sento di considerare poesia solo la parte che va da Grige lame in poi...
la parte precedente sa più di aforismi assemblati e riflessioni.
non me ne volere per questo giudizio,
piaciuta comunque.
Un saluto,
A.

il 08/09/2012 alle 16:26