Pubblicata il 12/07/2012
Sopra una dimora innevata
cresce sbilenca una croce
dalle membra macilente
ormai bruciate dal tempo.

Nessuno rallenta il cammino
o si chiede se un crisantemo
darebbe conforto a colei che
sotto quel mantello è sepolta.

Con fare esitante mi avvicino
sussurrando una vile preghiera
per mascherare l’onda maligna
scesa ad increspare il pensiero.

Come un’eco o un boomerang
il passato accorcia le distanze
sino a frustarmi occhi e cuore
con tutte le incisioni mancanti…

…sul legno marcio della mia anima.

SabyGRIZZLY 2012
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

bella, forse un pò troppo cattiva con te stesso....

il 12/07/2012 alle 12:31

La coscienza a volte schiaffeggia...
grazie :-)
CesarOrso

il 12/07/2012 alle 17:12

Un grazie di cuore
CesarOrso

il 12/07/2012 alle 17:12

Hahahaha
come no...appena esco dal letargo
Ciaooooooo
Cesare

il 13/07/2012 alle 17:19