Utente eliminato
Pubblicata il 25/06/2012
Più non ditta la contadina musa

lontan lontano s’è da dì nascosta

arida la mente il calamo che verga

fermo si riposa abbandonate forse

l’arse ortaglie secche sue dimora

verso campi fioriti profumati vaga

onde doman l’usual povero verso

mio dolce fragranza delicata dia?
………………………………………..
Sicilides Musae paulo maiora canamus( Virgilio)

Absit iniuria verbis!
…………………………………………………
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

la natura con i suoi campi fioriti , le fragranze, il silenzio è sempre stata fonte d'ispirazione..domani la tua musa renderà fertile la tua mente e così leggerò ancora altri bei versi.
un caro saluto
ninetta

il 25/06/2012 alle 16:28

Sempre cortese

grazie Poetessa Ninetta

buona serata

rusticus

il 25/06/2012 alle 17:26