Utente eliminato
Pubblicata il 21/06/2012
Quelle canzoni
che abbiamo consumato
in varietà di sogni da notte
le ho tirate via
erano cancro stucchevole
di lacrime offerte
- Venire dagli occhi – dicevi,
lo stesso mio cibo
era infinito nel tuo piatto
Sensi di colpa e astruse incapacità
deliravi irritanti
è stato veloce tutto,
eravamo parte del mediocre
toppe visibili al ricevimento di nozze
La fine è dolce
per chi ha il gusto dell' assaggio
e rutta il destino
Con noi
fingeva la poesia...
non abbiamo più vento
a tirarci al cielo pari ad aquiloni
con chilometri di spago
che ci maledica qualcosa di alto
pagheremo tutto e pagheremo caro...

nota:
(ultimo sciacquone)
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Triste..perchè spesso le cose vanno proprio così..
Bella nonostante l'acida in/sofferenza.
S.

il 21/06/2012 alle 10:04

sembra quasi un dipinto...
c.

il 21/06/2012 alle 16:40

molto triste..ma con l'ultimo sciacquone inizia una nuova vita..se il destino lo permette.
complimenti
ninetta

il 24/06/2012 alle 20:24