Utente eliminato
Pubblicata il 20/06/2012
Or a te teologo la domanda pongo
che il poeta divin un dì a se stesso
profondamente pose degli elementi
la materia prima esser da Dio o no intesa
or se l’assunto il primo fosse provato
non fisico mero fenomeno meccanico
dello stagno quel gemer suo quando
d’abito si muta e la nera peste su di lui
incombe poi sì che in tal guisa al dolor
soffrir forte dei metalli il pensier nostro
quindi si ponga allor che in ostil a lor
ambiente perdon forma e sostanza
e sol diciam con dir banal si corrodon
...................................................
Vedasi nelle opere di Dante il suo filosofico pensier al riguardo e con particolare riferimento nel Convivio
........................................
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

impossibile commentar da ateo e materialista
scusami
l'affetto è imperituro
ninomario

il 20/06/2012 alle 10:00

grazie

un caro saluto

rusticus

il 20/06/2012 alle 10:39