Pubblicata il 12/06/2012
Dio Onnisapiente ed Onniconoscente,

Tutti i Santi, Arcangeli e Angeli,

in un'umilta' profondissima,

Vi preghiamo ubbidientemente di attentuare i cuori

e le rigorosita' dei nostri Creditori,

che non guardino alle nostre situazioni e alle ingiustizie

dei nostri ex-datori dei lavori.

date a loro la comprensione dell'illegalita'

di porre il giogo degli tariffe ed interessi eccessivi,

del cambiamento dei percentuali degli interessi

senza la sapienza del Cliente,

del fuorviare con le lettere e informazioni opposte e contraddittorie,

dagli la voglia di capire le nostre e le loro debolezze e imperfezioni,

che loro sappino capire e sentire la situazione della

societa' e dell'economia, delle nostre situazioni finanziarie

e delle difficolta' che dobbiamo soffrire per la crudelta',

la mancanza dei soldi

essendo, pero', sinceri nella volonta' di ripagare i debiti onestemente

e in pieno.

non giudicare loro secondo le loro sgarbazie, sospetti malinconici

e la mai cessante voglia di annoiare quelli che non hanno

dei soldi non per la causa della loro improntezza

di ristituire i debiti ma per le consequenze create dagli altri-

giudica loro secondo la loro comprensione

e l'amore verso i prossimi. Amen.

Ivan Petryshyn
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)