Pubblicata il 27/05/2012
l'angelo di marmo
di samotracia
e trentamila parole
in piú
e mille notti
sudate
con spasimi
e silenzi
ho visto
mio figlio,
prima che nascesse,
nei tuoi occhi
di ragazza
del sud
la veste trasparente
oh mia anima leggera
e non bevo piú
dalle tue mani

ora sono
un uomo
vecchio
sbiadito
senza denti

pronto per
l'ultima scena
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Non ci si deve arrendere finchè c'à vita Bisogna i accettarsi

il 23/05/2013 alle 00:20