Pubblicata il 25/10/2002
Glicini pensieri di smeriglio
le mie cascate fresche ti sorgente
torrente in sospensione
liquida mente esposta dal balcone
è lì che appendo aromi in primavera
quando espande traccia
nel cuore della della sera di sostanze
dense dal cassetto del mio petto
e il sole arrende
tramonti nel violetto.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

...in quel tramonto
sera scivola fatata,
del cuore
le falde
picchietta,
di profumata pelle,
balsamo emana...

un bacione...cri

il 25/10/2002 alle 11:19

Mi fa piacere B. che tu abbia gradito questa breve interpretazione della "leggerezza" di glicini (pensieri) affacciati al balcone. Non mi straccio le vesti per il refuso...però me scocciaaa ahahah.
Grazie per l'attenzione e saluti cari a te.
Max

il 25/10/2002 alle 12:13

Bellissima e poetica la tua "risposta" Cri, alla quale dovrei rispondere con un altro commento ahahah.
Grazie di cuore e ricambio il bacio.
Max

il 25/10/2002 alle 12:17

Contento Alessandra di averti infiorato lo spirito questa mattina:-)))
Sei sempre Dolcissima.
Un bacio a te.
Max

il 25/10/2002 alle 12:36

Pensieri che profumano di voglia di vivere, delicati e sereni. Bella commistione di concetti, del tuo io che si esprime con pensieri fioriti.
Bravissimo!
Un caro saluto,
Axel

il 25/10/2002 alle 13:07

Poesia molto bella......max.........
L'0immagine di te che stendi, spandi i pensieri profumati è davvero efficace.
E lì il sole "attende" tramonti del sè.
Un abbraccio
E.

il 25/10/2002 alle 13:48

Sempre puntuale il tuo prezioso e generoso apporto Axel, a cogliere nell'intimo l'essere.
Un caro saluto a te.
Max

PS Ti ho risposto al mess ma non so se sia arrivato per un frangente lento nel sito. In ogni caso buon fine settimana e a risentirci la prossima.

il 25/10/2002 alle 17:40

Ho piacere che l'abbia percepita nella sua effettiva dimensione "distensiva" caro Ernesto.
Quanto al termine "arrende" non è un refuso (se ho colto bene la tua notazione). Semplicemente l'immagine fisica, e non interiore in questo caso, del tramonto che avanza e sfuma nei densi colori della sera.
Un caro saluto amico.
Max

il 25/10/2002 alle 17:48

Io ho difronte la foto che ho scattato la notte andandomene da casa tua.
La mano alzata in segno di saluto e nel fresco della sera un fiore è volato.

M'

il 25/10/2002 alle 20:01

Anche questo Pirata, sì. E ancora altri momenti in cui si distende il pensiero, magari in cerca di qualche nuova speranza di vita.
Un abbraccio a te amico.
Max

il 25/10/2002 alle 21:40

A me sembra di sentirti ancora cantare, Max, e la tua voce serena che si spandeva nell'aria ovattata della stanza.
Come tanti fiori che spandevi sulle note che ci donavi.

Luigi

il 26/10/2002 alle 00:29

Caro Luigi, comprendo le sensazioni che esprimi e che insieme abbiamo palpato. E' in effetti anche un prolungamento di quella splendida serata.
A presto amico.
Max

il 26/10/2002 alle 00:42

Dense le sostanze come i pensieri, come le emozioni che, con grande corrispondenza stilistica (l'assenza di punteggiatura non mi sembra un caso, in questo senso), sai donare: leggendola scende d'un sorso e lascia un insieme di dati plurisensoriali forte e deciso, come il tramonto, se ti aggrada.
Complimenti Massimo, è bello leggere le tue idee e il modo in cui le sai rendere.
Dario

il 26/10/2002 alle 02:00

Un insieme di dati plurisensoriali, dici. E' proprio la sostanza condensata che questo "volatile" brano intendeva trasmettere caro Dario. Mi fa piacere ci sia entrato anche tu.
Ti ringrazio per la gradita attenzione.
A presto.
Max

il 26/10/2002 alle 10:11

Una sottile linea tra l'io e l'essenza dei fiori.
Vanno, le parole, più sciolte, qui. Corrono rapite tra la primavera e si fermano sospese sul violetto serale.
Liquida mente: curiosa espressione, anche in riferimento alle cascate e ai glicini pensieri, molto efficace, esprime fortemente quel movimento rosato, quella tensione leggera dell'anima in contatto con il profumo dell'essere.

il 17/11/2002 alle 03:16

Ahhh, ti sei fatto una ripassata delle mie :-))) Mi fa sempre molto piacere il tuo interesse e il reciproco ricco dialogo che nel tempo si consolida. Questo è un puro divertimento dello spirito in un momento particolarmente sereno e colorato e tu ne cogli con chiarezza gli stimoli. Grazie e un caro saluto.
Max

il 17/11/2002 alle 07:03