Pubblicata il 27/04/2012
Figli del tempo,
figli della vita.
Di questa vita crudele che dà illusioni
e ruba certezze.
Siamo sperduti come corvi sotto la pioggia,
derisi come albatri in porti affollati da ebbri marinai,
scansati come mendicanti senza rifugio,
soli con noi stessi e i nostri sogni.

Ce ne stiamo sempre a parlare
del più del meno e di quelle cose
su cui non si vuole spendere il tempo.
Chi imbevuto dei libri di Mill,
chi dell'essere di Heidegger,
chi delle Freudiane parole.
Critici del denaro che affoga la società,
dell'ipocrisia che veste i visi della gente.
Figli senza fede col pensiero aspirante alla libertà
sorridenti tra tristezze e gioie.
Seduti a un bar senza tempo, senza caffè,
con un bicchiere di vino nella destra
e un un testo di Marx nella sinistra.

Una sigaretta passata di mano in mano
e il rifiuto a un assaggio non gradito.
E ridere perchè felici delle scelte fatte
e della sincerità dei nostri sguardi.
Lettori della strada di Kerouac,
del ritorno al selvaggio, di London,
di Canetti, del ritratto di Dorian,
della fattoria orwelliana, dei campi di Maupassant.
Intenditori di Gauguin di Vincent e Schiele,
delle pennellate paranoiche di Dalì
e dell'irresistibile pregio delle sculture dal sapore
un poco Classico un poco Barocco.
Figli del fato che si fuma il finale.
Figli del nostro tempo a cui sfuggire giorno dopo giorno.

Siamo noi i ragazzi dagli infiniti sguardi.
Un filosofo, un poeta, un pittore.
Ci definiscono giovani in erba,
giovani in cerca di sè.
Nullità infelici e contente del poco.
Sapienti svogliati pieni di realtà.
Ma siamo solo noi, ragazzi,
figli di Amsterdam.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

la giovinezza e una testa pensante e matura non sempre, anzi quasi mai sono un buon binomio...infelicità assicurata proprio negli anni dei sogni, degli ideali......ma consapevolezza di sè, dei limiti della realtà che non saranno una dolorosa scoperta degli anni maturi. E chissà che non serva a una vita più vera.
auguri Andrea.......a te e atutti i ragazzi di Amsterdam e non solo.
bellissima!
ti abbraccio
eos

il 27/04/2012 alle 13:02

ti ringrazio E.
Ciao ^^
Andrea.

il 27/04/2012 alle 15:19

E' il nostro vivere...ma troviamo anche la luce in ciò che vediamo.
ti ringrazio eos cara
un abbraccio forte
Andrea. ^^

il 27/04/2012 alle 15:20

grazie fabio...
anche se non abitiamo realmente ad Amsterdam
l'ho scelta perchè è diventata luogo simbolo delle nostre convinzioni...e poi è bella come città.
Ciao un abbraccio
Andrea ^^

il 27/04/2012 alle 15:22

figli del fato che si fuma il finale. non facile amare Heidegger e Marx insieme, per la fattoria orwelliana sono pronta alla morte. interessantissima, rich.

il 27/04/2012 alle 18:03

molto piaciuta, molti elementi che mi coinvolgono, in questa tua.
ciao
Lowen

il 27/04/2012 alle 18:30

grazie anto..
un caro saluto
Andrea.

il 28/04/2012 alle 14:52

felice di ciò...
grazie e ciao Lowen,
Andrea

il 28/04/2012 alle 14:53

una poesia che porta a molte riflessioni...
bravissimo!

il 30/04/2012 alle 08:48

felice che la mia poesia abbia fatto anche questo...
grazie
Andrea.

il 30/04/2012 alle 14:01

Ma quanto è bella Andrea...........

il 01/05/2012 alle 21:01

grazie....
ciao
vale,
Andrea.

il 03/05/2012 alle 15:12