Pubblicata il 03/04/2012
L'animo si svuota
mentre un pianto salato
avvolge il mondo
sotto tenebre di vapori tremanti.
Il tuono geme,
il corpo freme.
Alta la cattedrale chiama lo spirito.
Bagliori irrompono dalle vetrate,
tremano candele a respiri ignoti,
fede e paura divengono sorelle.
Grida, stride, piange, redime,
condanna.
Azioni silenti, ignote a chi non sente
dell'ombra mortale il soffocante abbraccio.

Don...Don..Don.La lancetta inizia il viaggio.
Un vecchio solo avanza.
Nella mente ricordi di dolci risa, pianti di dolori infiniti.
Nel viale ombroso alberi restano fermi,
nel grigio senza fine aleggia un corvo nero.
Divorata dal tempo una foglia cade,
eterno il sonno, un grido invoca...
Don...Don..Don."Corvus me vocavit".
E al suon muto di rassegnata voce
dalla tenebra una mano s'alza e un angelo
triste in volto, fermo in braccio, avanza.
Pende l'ombra della libra sul capo,
sguardi fissi di statue mute guidano il fato.
Don...Don..Don."Transire potes. Fatum paravit. Mortem expectat".
Don...Don..Don."Ego in tenebris te duco".Don...Don..Don.

La lancetta ha concluso il suo giro.
Il tempo non attende, non si ferma, non ascolta.
Apre le porte all'abisso.
Sorge il sole con raggi nuovi
e il giorno è già più breve.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)

....Contra malum mortis non est medicamen in hortis....

Non ho trovato niente di meglio, ma sai al mattino.....

I corvi aleggiano sempre....

Per finire:

"Grandi peccatori, grandi cattedrali"

Andrea, un caro saluto e un augurio, anzi...due auguri, uno per te e l'altro per la partner, di Buona Pasqua.

Romeo.

il 03/04/2012 alle 09:53

giro del mondo in trenta versi spettrali e descrittivi alla E.A.Poe, superata la paura ti scrivo che il tuo tempo m'è piaciuto, rich.

il 03/04/2012 alle 11:23

Ti ringraziamo Romeo, un caro saluto e Buona Pasqua a te e achi ti è vicino.
Andrea ed Erica.

il 03/04/2012 alle 14:20

oh grazie anto... io adoro Poe...
un complimento apprezzatissimo.
ti saluto e ti abbraccio
Andrea.

il 03/04/2012 alle 14:21

Grazie reb cara, ti abbraccio
Andre.

il 03/04/2012 alle 14:22