Pubblicata il 28/02/2012
Piange il salice
le lacrime d'amore
terra bagnata.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

sempre bello lo spirito poetico dei tuoi haiku, perfettamente calati nei temi classici.
Vedo che spesso privilegi il computo ortografico delle sillabe, a scapito del più ortodosso metrico, perché le sdrucciole a fine verso valgono una sillaba in meno...
Buona giornata!
Axel

il 28/02/2012 alle 09:43

Poeticamente bello anche per l'immagine struggente che ne dai.
Bravissimo Giorgio!
Buona giornata...ti abbraccio,
H

il 28/02/2012 alle 10:09

ma sotto il salice crescono i fiori più belli...bella questa umanizzazione del salice, come di una persona piegata dal dolore.
sempre bravissimo Giorgio!
ti abbraccio
eos

il 28/02/2012 alle 10:21

da noi pure i salici hanno esaurite le lacrime
affetto per te
ninomario

il 28/02/2012 alle 11:36

il salice é piangente già per sua natura ma questa immagine
gli conferisce una emozione umana come se nella sua linfa
tutto il passato delle umane emozioni di ogni tempo sia transitato,
quindi il salice conosce tutti gli amori e tutte le emozioni
e tutte le azioni della famiglia umana...
Non si può non pensare a Paolo e Francesca tanto per stare con un grande di casa nostra...


Saluti a te, o verdefronda!


cantorom.

il 28/02/2012 alle 11:50

oltre ad avermi ricordato una mia vecchia poesia, mi è tanto piaciuta per le immagini usate che hanno duplice lettura.
Un caro saluto di apprezzamento giorgio
Andrea.

il 28/02/2012 alle 18:29

Ti ringrazio per il gradito commento, quanto alla metrica ci sono opinioni controverse in quanto si applica la metrica italiana su poesia giapponese.
Nei casi dubbi io applico quella che più mi suona bene.
Un saluto.
Giorgio

il 28/02/2012 alle 23:17

Grazie per il tuo bel commento
Giorgio

il 28/02/2012 alle 23:19

Grazie Eos, raccoglierò i fiori inaffiati dalle lacrime.
Giorgio

il 28/02/2012 alle 23:20

E' molto vero!
Grazie per le tue belle parole
Giorgio

il 28/02/2012 alle 23:22

Mi hai fatto un bellissimo e graditissimo commento e di questo ti ringrazio e ti saluto caramente.
Giorgio

il 28/02/2012 alle 23:23

E' una prerogativa che uso quasi sempre nei miei haiku.
Sono contento di averti ricordato una tua.
Grazie per l'apprezzamento
Giorgio

il 28/02/2012 alle 23:25

poiché si scrive in italiano, valgono le regole dell'italiano, mi sembra... :-)

il 29/02/2012 alle 20:00