Pubblicata il 12/02/2012
Se il destino
non avesse guardato
che nella via eri sola anche tu,
cadeva un fiore
una macchia di rosa
e ti ho vista laggiù.

Nemmeno il tempo
lo poteva pensare
che un tuo sorriso
una stella per me.
Ma chissà se
è stato voluto
oppure fu casualità.

Che il mondo si fermasse quel giorno
mentre piangevi su una sedia isolata
e senza che il sole ti avesse toccata
le mani sul volto.
Dicesti che era per niente,
per un brutto gioco e nulla di più.
Ma a una sciocca battuta hai sorriso
e da quell'istante
c'eri solo tu.

Ero solo
senza amici e te
in solitudine io vivevo perchè
non ero capace
di aprire il mio cuore
e ogni giornata era la fine per me.

Ti ho incontrata
come un vento d'aprile
oltre la pioggia
c'era il sole con te.
E chissà se
è stato voluto
oppure fu fatalità.

Che la vita iniziasse quel giorno
mentre volgevi lo sguardo pian piano
col desiderio di solevarmi il morale
ti sei avvicinata.
Parlammo per ore come in un sogno
senza che il tempo di noi si accorgesse.
E come d'incanto non ero più solo
perchè da quell'stante
c'eri tu.

L'inizio dell'amore è arrivato,
scacciando da noi il dolore.
E tra le stelle io viaggio con te
tu doni dolci sorrisi a me,
la fine mai arriverà.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Questi tuoi versi
sono parole d'amore
appassionate Andrea,
viaggiate insieme tra le stelle
ecco perchè stasera
erano più friccicarelle.

Ciao alla prossima.
Marygiò

il 12/02/2012 alle 21:24

una poesia intensa, ricca di ricordi, vedo che c'è tanta buona volontà nella tua composizione buono il contenuto...voglio rileggerti in altre tue opere, ciao Giuseppe

il 12/02/2012 alle 21:32

un amore che inizia così non potrà mai finire. bellissima poesia ispirata da un momento magico.Complimenti.
ninetta

il 13/02/2012 alle 00:42

molto bella,
ti sei preso una bella sbandata he!!

il 13/02/2012 alle 10:58

Grazie delle parole che mi porgi.
Amore e felicità a te
Andrea.

il 13/02/2012 alle 17:06

Felice di ciò.
Grazie un caro saluto
Andrea.

il 13/02/2012 alle 17:07

Produnza non è mai troppa, ma in amore forse è meglio così.
Caro abbraccio fabio
Andrea.

il 13/02/2012 alle 17:08

Grazie, sempre dolcissima, felici del passaggio.
Andrea.

il 13/02/2012 alle 17:08

Grazie.
beh...
sono le dolci note della vita che risuonano all'improvviso.
grazie del passaggio tanto gradito.
Ciao dritto
Andrea.

il 13/02/2012 alle 17:09

esprime il bisogno di comunicazione di quest'epoca tanto scarsa di umanità, come forse tutte le epoche. richpensiero di san Valentino.

il 14/02/2012 alle 17:50

Andrea ti ringrazia rich, e anche io.
Un saluto
E.

il 15/02/2012 alle 14:39