Pubblicata il 19/10/2002
Universo
Piccolo nembo
blu terra
filamento e corda....
pentagramma
d'un canto di quarzo
che volge all'oceano nembo.....
sete che inabissa
nel cavo d'una mano....
diamante,
persa fiamma del sentire
l'incrocio d'un sorriso
senza peso.....
incenso argento di sorgente,
pianto rotto per l'oro della spiga,
trama senza rete......
specchio convesso
amore/ tarlo,
nella retta immaginaria
d'un lamento/il sogno......
del battito del cuore sul telaio,
incandescente/liquida mente
in seta d'infinito.....
d'universo.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

E ad entrambi i miei più vivi complimenti "universali"
;-)
M'

il 19/10/2002 alle 10:28

bella davvero mi piace tanto ester

il 19/10/2002 alle 13:07

Poesia senza confine Antonio, che immerge gli spazi siderali e si fa...cometa del sentire. Molto bella.
Un abbraccio.
Max

il 19/10/2002 alle 13:21
flo

Ciao Antos,
da tempo non commento una poesia, ma è per colpa mia che vengo di rado su Poetic.
Quando lo faccio, se trovo una tua poesia lo faccio volentieri.
Questa è veramente bella e quindi mi complimento con chi l'ha scritta.
FLO

il 19/10/2002 alle 19:00


Grazie M, universalmente ricambiamo.
ciao
Antos e Max

il 19/10/2002 alle 20:28


Grazie Ester da parte d'entrambi,devo dire che anche a noi sembra particolarmente riuscita.

Ciao
da Antos e Max

il 19/10/2002 alle 20:34


Poesia dell'anime caro Massimo;
la tua carica di sogni evocazioni e prezioso linguaggio,
la mia dibattuta tra finitudine e tensione all'infinito.
Grazie per il tuo prezioso contributo.

A presto
Antonio

il 19/10/2002 alle 20:40


Ti ringrazio Floriano a nome mio e di Max Bella,coautore della poesia,le chiamiamo "quattromani" ma sarebbe più
giusto dire " due cuori o anime " per la visione che ognuno
ha avuto e che é stata fusa su questo tema.

A risentirci
Antonio

il 19/10/2002 alle 20:47

uhmmmm
è bella, ricca di immagini
ma perchè la ripetizione di nembo??
e nel finale "in seta d'infinto d'universo"
avrei sentito di piu'"in seta d'infinito...l'universo"
oppure levare una ( d') maaa.....è solo un mio parere
Ammiro lo scrivere di entrambi , fatemi sognare ancora
e..ancora

fantasieserali
alidivetro----<x@

il 19/10/2002 alle 22:46

grazie epr al vostr arisposta

il 19/10/2002 alle 23:10

Le immagini che avete creato sono bellissime...
"filamento e corda....
pentagramma
d'un canto di quarzo " o
"diamante,
persa fiamma del sentire
l'incrocio d'un sorriso
senza peso..... "
e il bel finale:
"nella retta immaginaria
d'un lamento/il sogno......
del battito del cuore sul telaio,
incandescente/liquida mente
in seta d'infinito.....
d'universo. "
Ottimo esperimento riuscitissimo, complimenti ai due grandi!
Axel

il 20/10/2002 alle 13:46


Cara Ali,hai ragione,al posto di " nembo" nella prima strofa andava "lembo",è stato un mio errore di battitura e non me ne ero accorto.
Riguardo al finale ho preferito d'universo perché l'ho sentito così .
Grazie comunque per la critica,e troppa buona per l'ammirazione !!!!
Alla prossima
Antos e Max Bella

il 20/10/2002 alle 17:10


Grazie Alessandro per la stima che ci dimostri credo anch'io che questa " nostra " sia particolarmente riuscita su un tema
così suscettibile d'interpretazioni fisiche e metafisiche come lo é l'universo/infinito.
Mi ritengo comunque un apprendista della parola o un viaggiatore tra i sentimenti ,non di più,mi fa piacere
quando riesco ad esprimere qualcosa di profondo e d'interessante,trovare persone con cui condividere tutto ciò
( non è poco ).
Un abbraccio
Antonio

PS. per Max; ci terrei che anche tu dicessi la tua ad Axel !

il 20/10/2002 alle 17:19

Posso Antonio? La ripetizione di "nembo" è un errore materiale. "piccolo nembo" al secondo verso è da leggersi "piccolo lembo".
La conclusione è scelta del sentire dell'autore.
Grazie di cuore Ali della tua adesione.
Max e Antos.

il 20/10/2002 alle 17:34

Caro Alessandro, l'invito di Antonio è già in se stesso "tutto un programma" di come si coaguli a volte magicamente un sentire comune intenso e una sete d'assoluto, che si declinano altrettanto magicamente nella sorgente sciolta della parola, anch'essa come da unica fonte.
Una dimensione di condivisione in spirito e di sete d'infinito che questa volta ha dato buoni frutti.
Ti ringrazio col cuore per la tua partecipazione alla poesia. E ti sono grato per la tua amicizia.
Un carissimo saluto.
Max

il 20/10/2002 alle 18:49

Letta con vero piacere....condivido l'intelligente commento di axel.

il 19/09/2019 alle 18:23