PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 15/10/2002
Zingaro, alla ricerca di niente il mio
spirito errante. Curioso, attento ai
suoi sensi il mio corpo fremente

amo calarmi nella passione celata
da lucida follia, sprazzi fugaci
d’amore, per non conservare ricordi.

Il mio cammino e’ salutato
nel chiarore del mattino
da locali chiusi e semafori spenti

il mio passato, pagine scritte
a meta’ dove mille volte ho letto
senza mai capirne il senso

il mio presente, fatto di pane di ieri
e mele avvizzite, donate da chi
guardava nel mio piatto di domani.

Il mio futuro non so, sicuramente è nelle
mie scarpe e nella forza che ogni giorno
troverò per continuare il mio girovagare.

I miei confini, sono quelli che in vita mia
non ho mai avuto.




Dedicata ai girovaghi dell’anima
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Bel viaggio il tuo,
e così sarà per il prossimo futuro che dipingi con
viva speranza lasciandolo in "mano" alle tue scarpe.
bella, complimenti
;_)
M'

il 15/10/2002 alle 10:40

bello quewsto viaggio vorrei faro davvero,e ster

il 15/10/2002 alle 12:53

Ti ringrazio....volevo solo dire che questa poesia l'ho scritta pensando a chi vive veramente cosi'...senza pensare al domani e magari senza soldi in tasca, insomma senza preoccuparsi di nulla se non di vivere ogni giorno girando il mondo. Non parlavo pero' di me, non riuscirei ad essere cosi' nemmeno se lo volessi :-) Ciao

il 15/10/2002 alle 14:01

Ho scritto questa poesia, pensando alle persone che girano il mondo senza fermarsi sia nei sentimenti che nei loro passi... sicuramente un viaggio cosi' deve essere bello anche probabilmente dopo una settimana cosi' non vedrei l'ora di tornare subito a casa :-) Ciao Ester

il 15/10/2002 alle 14:06

hai ragione ester

il 15/10/2002 alle 14:57

Splendide parole e splendida poesia cara morgana....tra questi righi c'è talmente tanta dolcezza e sensibilità.....
Il futuro di ognuno di noi è scritto proprio nella forza e nel coraggio che vorremo impiegare per realizzarlo...VERO!!
Un bacio...Mary*

il 15/10/2002 alle 16:16

Questa poesia e' a doppio senso, l'ho pensata e scritta sia per i viandanti veri...quelli che vanno in giro per il mondo e vivono oggi senza pensare a cosa faranno domani, sia per i viaggiatori nell'anima e qui e' perfetto il tuo commento...ti ringrazio :-) Sei sempre carinissima. Un bacio

il 15/10/2002 alle 20:36

Ti ringrazio Ily...l'ho scritta pensando sia ai viandanti veri, quelli che vivono oggi, domani e' un altro giorno si vedra'... sia per i viaggiatori dell'anima...e qui chi piu' chi meno entriamo in gioco un po' tutti, con i momenti piu' o meno belli della vita. Un bacio

il 15/10/2002 alle 20:49

L'ho scritta pensando sia a chi vive viaggiando e vivendo alla giornata...sia per chi le valigie le ha nell'anima...quindi potremmo...a seconda dei momenti della vita, essere tutti potenziali girovaghi. Ti ringrazio :-)

il 16/10/2002 alle 16:55