Pubblicata il 28/09/2011
Voce ca nun sente cchiù inte all’aria a tutte ll’ore,
nmieze c‘iere pure tu,la cchiù bella pure tu,
tu prescezza re stu core.
Io nun sente a Cungettina c’alluccava ogni matina,
e nun sente a Felecetta ca sciarrava cu Cietta,
e Ndunetta se sta zitta e Ngrunata è accussì afflitta,
nun ce sta cchiù serenata pe Maria Mmaculata,
stu silenzie ca s’è fatte nun se venne e nun s’accatte,
scenne fitte quanne è sera pecchè nun ce sta cchiù amore,
Voce ca nun sente cchiù inte all’aria a tutte ll’ore.
mo se rice “e chi si tu?” ie nun te canosche cchiù,
“staie a Besazze o si re fore?”
Se n’è giute Giuannina cu Resuccia e Carmelina,
è sparuta Peppenella cu Rucchina e cu Fenella,
Vecenzina e Lesabetta, Runatella e Benedetta
se so fatte sestemate pecchè se so mmaretate.
E nun sona na campana,nun se canta na canzone,
nun se rice pe la via manche cchiù na litania,
Voce ca nun sente cchiù,stu paese se ne more…
si scendata pure tu,m’hai lassate pure tu,
quant’è grosse stu rulore.

onomatonomiadaltritempinms26settembre2011

Voci che non sento più dentro all’aria a tutte le ore
in mezzo c’eri pure tu,la più bella pure,tu gioia di questo cuore.
Io non sento a Contettina che gridava ogni mattina,
e non sento a Felicetta che bisticciava con Lucietta,
e Antonietta si sta zitta e Incoranata è così afflitta,
non c’è più una serenata per Maria Immacolata,
questo silenzio che si è fatto non si vende e non si compra
scende fitto quando è sera perché non c’è più amore.
Voci che non sento più dentro all’aria a tutte le ore
ora si dice “e chi sei io non ti conosco più:- sei di Bisaccia o sei di fuori?-
Se n’è andata Giovannina con Teresa e Carmelina
è scomparsa Giuseppina con Rocchina e con Serafina
Vicenzina ed Elisabetta, Donatella e Benedetta
si sono fatte sistemate perché si sono maritate
e non suona una campana, non si sente una canzone,
non si dice per la via neanche più una litania.
Voce che non sento più, questo paese se ne muore.
Sei scomparsa pure tu, mi hai lasciato pure tu
quanto è grande questo mio dolore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

che bella! e come mi ci ritrovo! mi hai riportata ai tempi dell'infanzia, quando il posto in cui vivevo era un piccolo borgo come una grande famiglia, dove ci si conosceva tutti e nel corso della giornata si sentivano a orari determinati le varie voci note, delle mamme che chiamavano i figli per il pranzo, di qualcuna che litigava con un'altra, un'altra che cantava mentre faceva le faccende....poi è arrivata "la civiltà", la speculazione edilizia, masse di forestieri che vengono, paesani che si trasferiscono...e si è diventati "stranieri in patria"! che tristezza! bella, bella, bella la tua poesia!
abbraccio nostalgico
eos

il 28/09/2011 alle 12:19

Caro ninomario

è così purtroppo..sic transit...

bella accorata
piena di un richiamo al passato
dolce nostalgia
col cuore scritta
vera poesia

un caro saluto
dal vecchio rusticus

il 28/09/2011 alle 16:16

ricordo il mio paese, dove si dormiva con la porta aperta,dove giocavo per strada, convinta d'essere libera, ma.... cento occhi vigilavano ,i figli appartenevano a tutti e di mamme ce n'erano tante..zia Lillina, Badora,Rosaria e Pepedda..era bello..ora non conosco quasi il vicino di casa, nelle scale non vedo nessuno....maledetto ascensore!
bella questa poesia.
affetto
ninetta

il 28/09/2011 alle 16:23

ovviamente è anche una canzone che ho solo registrato ma prima o poi ne farò un video!
un abbraccissimo
ninomario

il 28/09/2011 alle 17:38

Tiempe belle e na ota = tempi belli di una volta
Tempo, Tempo perché non ti fermi...
ti abbraccio affettuosamente
ninomario

il 28/09/2011 alle 17:40

naturalmente ha il suo motivo registrato che prima o poi ti farò ascoltare in un video
abbraccio affettuoso

il 28/09/2011 alle 17:43

Mi hai fatto sorridere con questi tuoi versi,(ti spiego: per tutti quei nomi di donna che hai elencato con tanta musicalità e ritmica, ma nessun nome maschile..) ci sento un pò di nostalgia di tempi andati e poi la chiusa accorata... bellissima poesia che ho letto con piacere.

Ti abbraccio,
helan

il 29/09/2011 alle 00:33

credo che se la scrivevi tu mettevi solo nomi di maschietti..
allora non c'erano ancora i viados...solo qualche femmeniello ma nessuno se ne curava
grazie e alla prossima
abbraccio affettuoso
ninomario

il 29/09/2011 alle 11:43