PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 13/10/2002
Cadono le foglie ormai ingiallite
a coprire e a cancellare i miei passi,

pungenti aghi di gelo si fanno
spazio tra me e il mio cappotto.

C’è silenzio in questa passeggiata
di pensieri, svogliata e’ la mia mente,

un viso severo e slavato mi si para
davanti all’improvviso, lo osservo,

cupo e sbiadito mi viene incontro,
il dolore non ha trucco ne sorriso.

E’ ora di andare, riprendo il cammino
verso casa, stretta al suo braccio.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

mi paice morlto questa tua poesia anche se ha un tono un pò srerno, ester

il 13/10/2002 alle 20:39

mi paice morlto questa tua poesia anche se ha un tono un pò srerno, ester

il 13/10/2002 alle 20:39

...Dopo ogni dolore
c'è sempre un
piccolo raggio,
come forza di luce
ci prende per mano
i nostri passi
solleva...

un caro saluto ...cri

il 15/10/2002 alle 03:00