Pubblicata il 16/09/2011
Ogni tanto
di notte
mi vengon a trovare
e vagano nella mia testa.
Certi li riconosco
altri no,
o appaion diversi.
Alcuni stanno zitti
e non rispondono alle mie domande:
questo comportamento soffrir mi fa.
Certuni mi accusano
ingiustamente.
Rispondo: "Non io son stato a nasconder la tua merenda
nella stufa della scuola,
è stato un altro ma
non voglio far la spia."
Perché lo fanno?
Sono morti e non conoscon la verità?
Io invece pensavo che...
E' un tormento
e non vedo l'ora di svegliarmi.
Mio padre era disteso
sul tavolo di cucina
e stavamo tutti attorno a lui
ognun lo affettava col coltello
e ne mangiava...
si parlava del più e del meno
e lui era tranquillo
per me non era normale cosa
ma...
per tutti gli altri si.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

A volte i sogni sono assurdi, a volte hanno un significato inconscio e non sappiamo darci una spiegazione...meglio fare sogni che ti lasciano dentro una gioia e serenità e non vorresti mai svegliarti.
Spesso anch'io ho sogni tormentati e ti capisco.
Un grande abbraccio,
helan

il 16/09/2011 alle 12:09

Questi sono i sogni "assurdi" come dici tu. Ma di solito i miei sogni sono bellissimi... a volte , forse perchè mi erano piaciuti tanto, li sogno a... puntate. Si il sogno continua... e di volare? che bello...
Grazie del passaggio
Abbraccio ricambiato
Fabio

il 16/09/2011 alle 12:33

la prima parte è ironica, leggera, la seconda sconvolgente, da "Equus", un'opera teatrale e un flm con implicazioni oniriche forti. hai un passato così fitto di gente? ero rimasta al ragazzino ingegnoso ed ecco che salta fuori l'uomo nero: i tuoi fantasmi sono irrinunciabili, parola di rich.

il 16/09/2011 alle 13:09

ero e sono multiforme, come tutti penso, anche tu. Siamo tutti molti personaggi rich, questione di spirito. Alla fine ci si "appiattisce" un po'...

il 16/09/2011 alle 15:22

ma che appiattire, bisogna lottare, auguri in tal senso, rich.

il 17/09/2011 alle 10:58

i sogni ricorrenti rappresentano problemi non risolti, evidentemente allora non riuscisti a "provare" la tua innocenza e la cosa continua a pesarti inconsciamente anche adesso. Non sono un'esperta ma il secondo sogno mi fa pensare che in famiglia ti riconoscevi poco nella figura paterna, non lo capivi , e non volevi essere come tuo padre benchè accettassi le sue regole senza ribellioni evidenti, mentre i tuoi fratelli vi si rispecchiavano totalmente, al punto di "mangiarlo" per somigliargli.
Mi piace azzardare ipotesi di fronte a sogni particolari...e quello del papà mangiato è la prima volta che lo sento...lo trovo molto interessante.
ti abbraccio
eos
PS
menomale che l'ho trovata! mi era sfuggita.

il 18/09/2011 alle 11:25

Non sono psicologo e non saprei dare interpretazioni a certi sogni stranissimi che facciamo. Forse esistono spiegazioni, non so. Forse in questa poesia potrebbe sembrare che sono tormentato continuamente nei miei sogni. Non è così, di solito faccio sogni bellissimi, anche in gioventù, specialmente di volare in gioventù, oppure di avventure e di quelle che mi piacevano li sognavo anche nei giorni successivi, a puntate. C'è stato un periodo in cui sognavo di sciare, di andare in barca a vela, ecc. quello del papà mangiato lo ricordo come sogno molto strano anche perchè veramente surreale. Per combinazione proprio ieri ad esempio ho sognato che eravamo assieme a mio padre, mia madre e mia sorella e altri parenti (che son tutti morti) in una casetta di montagna che si preparava la cena, ma mancavano molti ingredienti per cui la gioia del mangiare assieme pian piano si era trasformata in un po' di dispiacere, ma io ero "conscio" che stavo sognando per cui nello stesso sogno mi son detto "che cavolo... so che è tutto un sogno per cui posso decidere io quel che succede..." ed infatti ho fatto apparire tutto quel che mancava e... tutti contenti...
Interessante la tua analisi però tengo a precisare che nel mio caso i sogni ricorrenti son sempre stati quelli belli.
Grazie del tuo commento
Abbraccione
fabio

il 18/09/2011 alle 22:38

I sogni spesse volte sono strani e angoscianti Fabio,
io apesso sogno di volare e mi ritrovo ad attraversare un grande cimitero, poco dopo mi ritrovo sulle cascate del Niagara, valli a capire i sogni è l'insoddisfazione dell'inconscio.
E un po che non ti sento come mai?
rispetto e affetto sempre da parte mia Fabio.
Marygiò

il 23/09/2011 alle 11:01

Hai proprio ragione, valli a capire. Un po' ho perso la vena, un po' ho da recuperare tutti i lavori che non son riuscito a fare quest'estate, un po' altri impegni (io e mia moglie teniamo vari corsi all'università della liberaetà e della terzaetà), poi il nipotino, poi... e poi... e poi... il tempo non basta più e le cose si fanno sempre più lentamente..
Grazie del passaggio
Abbraccione one one fabio

il 23/09/2011 alle 12:15

Allora nel tuo caso buona salute
certo che andiamo un pochino a rilento,
bella idea l'università della terza età,
l'ho frequentata anch'io è molto interessante.

Tantissimi saluti insieme a tua mogli e nipotino.
Baci Marygiò

il 23/09/2011 alle 21:09

Alla Liberaetà mia moglie fa "CREAZIONI DI MODA - borsette e gioielli" io faccio "LA TRIESTE DI UNA VOLTA - Un tuffo nel passato" poi "INFORMATICA - corso base", poi "GIOCHI E PASSATEMPI DI UNA VOLTA" ed infine "GIOCHI DI CARTE", mentre alla Terzaetà faccio solo TRIESTE...
gli altri corsi non li hanno voluti perchè non mi conoscono ancora...

il 24/09/2011 alle 00:49

Sogni che riportano alla mente
fantasmi del passato.
Certamente alcuni sono nebulosi,
altri indecifrabili,
taluni da incubo...
Ma tu caro Fabio sei un ottimo
autore per regalarci i tuoi versi.
Con affetto.
Dora

il 06/12/2011 alle 11:08

Grazie per il tuo commento. Si, a volte i sogni sono stranissimi. In questa ho messo gli gli opposti: un fatto sciocco e banale ed un altro da incubo...
Con affetto fabio

il 07/12/2011 alle 20:11