Pubblicata il 21/07/2011
Rapidi cenni del capo mentre ti scorgo passare
ci siamo visti poche volte e subito mi sei piaciuta
ma la bellezza femminile è inafferrabile
come un raggio di sole mattutino che filtra
dalla finestra in una stanza vuota e silente.
Perché sfuggi il mio sguardo e silenziosa procedi oltre
Ti ho visto osservarmi di sottecchi, so di piacerti
Aspetto solo l’occasione di parlarti.
La sublimazione di un incontro è l’incrocio di due anime
la mia impura e stanca e la tua fresca e romantica
aspetto solo quel momento per ritrovare la mia giovinezza
rovinata nel gorgo di mille battaglie quotidiane
Tu sei la mia speranza, il miraggio di una felicità lontana
Mi sfiori e mi sembra di poter arrivare al mio destino
Ma i tuoi occhi non vogliono incrociare i miei
Donna, divinità dannata e angelica:
toccami e ridammi in un bacio le forze che mi hai rubato.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Davvero molto bella.
Alessia

il 21/07/2011 alle 14:01

Commovente questa considerazione.
Complimenti.
MArygiò

il 20/09/2011 alle 13:22

sognare l'incontro che forse cambierà il tuo domani.......Molto piaciuta....Gabriela.

il 18/05/2015 alle 19:39