Pubblicata il 15/07/2011
Dopo il silenzio
le prime parole sanno
del silenzio di prima
e nel prosciugarlo, in un suono,
vi riportano alla luce,
spengono il buio della solitudine
dei corpi distanti tra voi.

Si sciolgono i tendini delle serate amare
si arrotondano quei tonfi gravi
di porte sbattute in faccia
la faccia mostruosa della lite furiosa
di ogni sera, dalla tua primavera,
si asciugano lacrime
ancora impazzite
ora trattenute.

Non sapevo di te, dice, non volevo
condurti al mio dolore
e ti ho lasciato
non ho sentito il tuo
nascondendoti il mio,
passi di solitudine
come una danza per corpi soli
nella natura, sfigurata,
di un chiaro di luna.

Mi sono persa, sorella,
ho mangiato il frutto dell’amore eterno
ho creduto all’amore eterno
e adesso piango al tuo suono
piango nel frastuono
di una età andata.

Domani verrà,
sorella mia,
un altro spazio ci sarà,
ritorneremo, a parlarci ancora
ad aspettarci ancora
a stringerci ancora contro il vento
a cercarci nel buio e
riconoscerci.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

a volte per ritrovarsi bisogna prima perdersi. molto bella.

il 15/07/2011 alle 11:19

dolorosamente bella..con un finale di speranza.complimenti
ninetta

il 15/07/2011 alle 13:36

Significant other, this amazing site is fabolous, i recently adore it

il 08/10/2011 alle 09:54

Any of you guys play PC Games? If so I don't suppose any of you have been looking into Blizzard's new RTS?

il 15/10/2011 alle 07:04

Ideas are like the stars --- we never reach them, but like mariners, we chart our course by them.

il 11/11/2011 alle 10:45

Hi This is gonne sound sort of unrelated but I need some guidance from an reputable website. Is it quite problematical to start your individual blog? I am not particularly good with technical stuff but I can work different things out quite fast. I'm giving some thought to setting up my very own blog but I'm unsure how to begin. Do you could give me any key points? With thanks

il 05/01/2012 alle 10:38

sensazione tresmesse e fatte vivere intensamente.
bella e molto sentita,
Andrea.

il 07/01/2012 alle 16:18