Pubblicata il 09/05/2011
ho impresso
nello sguardo
la meraviglia
e nel sorriso
il colore del bello
del mio mare.
mare infinito
denso e spumeggiante
lento ruminio
di sabbie dorate
riversate
col dolce andirivieni
in bianche dune
calve e gibbose
stese
come cammelli al sole.
vorrei donarti
un'aureola di luna
per riconoscerti
quando soggiaci
agli incantesimi
nella metamorfosi
dell'anima,
quando ti ricopri
d'aneliti e sangue
quando impasti
grida di libertà.
mare voce sognante
di bruna solitudine,
ali di garze,
ape festosa,
abbracciami..
la parte più lucida di me
si perde in te.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

adoro leggerti, provo lo stesso piacere quando uso i colori per una ispirazione pittorica improvvisa, come quando indovino i tasti per un accompagno di qualche sequenza di parole che fanno scala...
adoro leggerti
a rileggerti
sempr'affetto
ninomario

il 09/05/2011 alle 21:07

tu ninetta cara, il mare lo hai dentro è lui che si perde in te! ed io mi sono persa in questi versi pieni di sentimento e di passione, di riso e di pianto, di sogno e incubo.
bravissima!
baci
eos

il 09/05/2011 alle 21:10

sostengo il finale, nel mare ci si perde per infinite sostanze, rich.

il 09/05/2011 alle 21:29

piu passa il tempo, piu le tue poesie cambiano, e assumono colori e odori che si percepiscono. piu passa il tempo piu esplode la tua anima che a questo punto direi meravigliosa.complimenti

il 09/05/2011 alle 22:39

mare voce del cuore.grazie carissimo per il tuo bel commento.

il 09/05/2011 alle 23:13

una reciproca lettura con sentimento.
grazie nino.

il 09/05/2011 alle 23:14

cosa non si può dire e vedere nel mare....c''è solo da perdersi..
un forte abbraccio
ninetta

il 09/05/2011 alle 23:17

contenta del finale sostenuto.grazie.
ninetta.

il 09/05/2011 alle 23:18

è con immenso piacere che leggo il tuo commento in cui evidenzi esplosione di colori e profumi.
un forte abbraccio
ninetta

il 09/05/2011 alle 23:22

Le parole di chi sa descrivere il mare hanno sempre un fascino particolare specialmente quando scendono come grappoli arditi, come fuochi d’artificio, come anelli di una preziosa collana disseminati lungo l’azzurra strada della poesia.
Moirym

il 09/05/2011 alle 23:52

Semplicemente bellissima. Hai descritto il mare con un amore profondo e ci hai regalato emozioni con questa tua.
Grazie di cuore
Fabio

il 09/05/2011 alle 23:56

il tuo commento, carissima Moirym è pura poesia.
grazie.
un forte abbraccio, ninetta.

il 10/05/2011 alle 00:02

chi vive sul mare , lo vive in ogni cellula del suo essere..sono contenta d'essere riuscita a trasmetterlo.
grazie di cuore anche a te.
ninetta.

il 10/05/2011 alle 00:04

Penso che tu sappia quanto io ami il mare e come esso mi ispiri e mi sia caro e quindi puoi ben comprendere che questa tua mi è piaciuta immensamente, è tutta bella ed il finale è stupendo.
Bellissima lettura ninetta, brava!...
Un abbraccio,
helan

il 10/05/2011 alle 01:26

grazie helan, so quanto ami il mare.
un abbraccio
ninetta

il 10/05/2011 alle 07:04

fantastica sensazione "panica", dove senti il confluire nel tutto che appaga...
Un abbraccio
Ax

il 10/05/2011 alle 08:07

commento splendido...
un abbraccio
ninetta

il 10/05/2011 alle 09:50

qui è come perdersi in incanto di poesia.

il 10/05/2011 alle 13:20

Un incanto di poesia Ninetta,
dall'inizio alla fine,
il mare è dentro di te
come un fiume in piena
trasporta il tuo pensiero lontano
verso l'orizzonte immenso.

T V B . Mary

il 10/05/2011 alle 13:30

io cambierei il finale, nel senso di aggiungerci anche la parte piu' profonda...in fondo il mare è un mistero a cui ci siamo abituati, come alla nostra anima...bella ninetta

il 10/05/2011 alle 15:03

grazie georgia.
un abbraccio
ninetta

il 10/05/2011 alle 19:03

tu passi e regali gioia cara Mary.
un forte abbraccio.
ninetta

il 10/05/2011 alle 19:05

caro arturo mi hai dato un buon suggerimento.cosa ne pensi di questi versi?
sola è l'eternità
giù nel profondo
dove il mistero discreto
e tenebroso giace
a chiudere il segreto degli abissi.

con calma poi rivedrò questa parte.
un salutone
ninetta

il 10/05/2011 alle 19:13

Intimo, viscerale, sognante il tuo rapporto col mare che ti appartiene.
Anche quando si "ricopre d'aneliti e sangue..impasta grida di libertà". Questi versi li ho sentiti anche miei, nelle poesie ispirate al dramma di profughi e clandestini.
Scorrevole il ritmo, suggestive le immagini.
Un caro saluto
Paola
.

il 10/05/2011 alle 23:00

si mi piace, così è piu' completa l'immagine..ciao

il 10/05/2011 alle 23:12

si mi piace, così è piu' completa l'immagine..ciao

il 10/05/2011 alle 23:12

è sempre stato il mare il contenitore d'immani tragedie.grazie vania per il tuo commento e per il tuo passaggio.
un caro saluto
ninetta

il 10/05/2011 alle 23:26

complimenti amore chiama amore

il 24/05/2011 alle 00:33

grazie del tuo passaggio.
ninetta.

il 24/05/2011 alle 06:39