Pubblicata il 07/05/2011
senza patria e senza tempo
tu appartieni al vento
non hai meta nè tetto
giramondo con il cuore sulle spalle.
dentro il cranio
un briciolo di cielo
a far luce sulla tua vita
vissuta come il primo giorno
della nostra storia universale.
il tuo silenzio ha seppellito
anche le sillabe..
la tua vita è poesia segreta
nascosta da un'unica stagione..
la stagione flagellante del vagare.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

piaciuta e sentita ,un salutone cate

il 07/05/2011 alle 09:38

due preferenze: "il tuo silenzio ha seppellito anche le sillabe" e "la stagione flagellante del vagare".
Giramondo riuscito, buona domenica da rich.

il 07/05/2011 alle 11:20

bellissima! un pò del vagabondo giramondo è in ognuno di noi ma pochi hanno il coraggio, perchè di coraggio si tratta, di mettersi il cuore sulle spalle e andare incontro "alla stagione flagellante del vagare".
è stato bello leggerti.
baci
eos

il 07/05/2011 alle 11:46

Non so chi abbia ispirato questa tua poesia, ma questo è un tema che sento molto. Il mio cuore è giramondo e amo vivere nel vento come il protagonista della tua poesia, anche se non sembra affatto. Forse è di chi ama la poesia il bisogno di avere ali e di sentire come patria il mondo, il poeta non può essere costretto dentro quattro mura, vive in lui (o in lei) un forte desiderio di conoscenza interiore, e un tenace bisogno di scoprire sempre nuovi orizzonti. La vita, a volte, è molto prosaica, ma tu dici “la tua vita è poesia segreta”, dunque c’è una poesia del vivere che non viene espressa con le parole. Forse è accontentarsi di “un briciolo di cielo”, o sentirsi parte inscindibile della natura che ci nutre e ci circonda con il suo spazio aperto e infinito e sentire il cuore che batte allo stesso ritmo. O forse semplicemente pensare che tutti facciamo parte della stessa “storia universale” e saper scoprire se stessi nello sguardo enigmatico di chi ci sta davanti.
Ninetta, nei tuoi versi profondi ho sentito che anche il tuo cuore “appartiene al vento”.....
Ti abbraccio forte
Moirym

il 07/05/2011 alle 11:46

il tuo commento , graditissimo, ha colto in pieno il tutto...vivere come il primo giorno della nostra storia universale per me è vivere di poco, ma vivere intensamente ciò che ci circonda.
grazie cara
con tanto affetto
ninetta

il 07/05/2011 alle 11:56

ciao cate , a presto
ninetta

il 07/05/2011 alle 11:57

amo anch'io quei versi.
ciao rich
ninetta

il 07/05/2011 alle 11:59

si! cara eos, mi piacerebbe...resterà sempre un sogno.
baci
ninetta

il 07/05/2011 alle 12:01

Versi che penetrano nel cuore
e flaggellano il tuo vagare.

Poesia molto sentita Ninetta.
Un baciotto.
Marygiò

il 07/05/2011 alle 13:49

grazie cara mary,è sempre piacevole il tuo passaggio.
un abbraccio
ninetta

il 07/05/2011 alle 14:34

Bellissima e molto sentita questa tua, mi è piaciuta un (gira)mondo!!!!!!!!

Brava...un abbraccio,
helan

il 07/05/2011 alle 16:08

"il tuo silenzio ha seppellito
anche le sillabe..
la tua vita è poesia segreta
nascosta da un'unica stagione..
la stagione flagellante del vagare."

Magnifica, questa visione lirica!
Un flusso perfetto di sensazioni dipinte dai tuoi versi
Abbraccio
Ax

il 07/05/2011 alle 19:26

grazie anche per la tua verve.
ninetta

il 07/05/2011 alle 20:15

grazie del bel commento grande Ax.
abbraccio
ninetta

il 07/05/2011 alle 20:17

Mi "aggancio" al commento di Eos, non per pigrizia, ma perchè coincide esattamente con quello che avrei voluto dire io
Abbraccio
Con affetto
Fabio

il 08/05/2011 alle 23:51

grazie fabio del tuo passaggio e del tuo commento.
con affetto
ninetta

il 09/05/2011 alle 08:06

molto bello il tuo commento, grazie .
un caro saluto ninetta.

il 09/05/2011 alle 19:49