Pubblicata il 21/04/2011
Buonanotte, le corse si son rotte
e questa mia chitarra non mi può accompagnare;
il mio canto è diventato nenia,
rimango sulla sedia ricurvo a meditare.

Nel mio piccolo un poco me ne fotto,
un fulmine che scoppia il tuono suo darà,
cerco il nero, il nero che la seppia
sparacchia tutt’intorno dove si salverà.

E’ dolce raccontarsi delle frottole, può darsi,
da fabbricare se si è giunti al colmo dei rimorsi,
fare la faccia degli illusi ottusi quando lo si è davvero,
quando da gran bugiardi diciamo:” non è vero!”

Chi ha rubato la marmellata se lo sa non lo vuol dire,
preferisce starsene in pace e per questo sta a zittire
e zittire è salutare molto semplice e fa invecchiare
e far finta di non capire t'assicura l'indomabile proseguire.

cellularealtramontonms19411
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

sono solo attimi caro amico mio
momenti si e momenti no
ma siamo forti più dei forti noi
quindi....
auguroni di cuore

nino

il 21/04/2011 alle 16:57

ho letto il tuo commento alla Tombola e sono rimasto contentissimo per averti dato un attimo fi gioia e sono io a ringraziarti stavolta
aaps
ninomario

il 21/04/2011 alle 19:35

Amico mio caro, come mai sei messo così giù di morale?
mi dispiace tanto, cosa posso fare per tirarti sù
dimmelo tu, saranno l'approssimarsi delle feste
che ti albergano pensieri di nero seppia.

Ti mando un abbraccio
insieme ad un bacio.
Marì

il 22/04/2011 alle 08:10

esatto...se altri pensano di risorgere e di gioire a me viene il magone
grazie per l'attenzione
affetto sempre
ninomario

il 22/04/2011 alle 09:41