Pubblicata il 12/04/2011
Queste sono le nostre
più ambigue intenzioni
aspettando o temendo
tempi e valigie pieni
colmi di bottoni e tegole
per inventare dimore
per ideare canili e zoo
per rinchiudere per segregare
per sempre
la biancheria intima
assieme ai nostri umori
e ai selvaggi amori di contrabbando
temporeggiare
parola lenta e sublime
celare i movimenti tristi
attendere al varco
col machete a tracolla
e la navaja pronta
per qualsivoglia stimolante evenienza
sventrare i buddha se capita
o presenziare un banchetto d'onore
con le autorità vigenti
o meglio degustare
sogni di topo allo champagne
oh, delizioso tendere l'orecchio
immersi nell'acqua del ruscello
finché l'incanto si plachi
finché il turbamento s'attenui
e l'anima gonfia di cimici
e l'anima-animale che urla
e quella soave fino all'idiozia
e l'altra che si cela a tutti i cacciatori
possano finalmente incontrarsi
nella stessa padella, brocca od orinatoio
e bonanotte
bonanotte ar secchio.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)