PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 04/10/2002
Ti prego..non cadere,
resta nel mio sguardo nascosta tra le ciglia
intrecciata a loro, non farti vedere.
Non ti sporgere mia piccola amica,
crollando sul mio cuore nel tonfo lo ferirai.
Attenta a protenderti nel vuoto,
come farfalla appena schiusa,
al brunire della sera morirai.
Ritorna piano nella tua dimora
e al nodo in gola più non ci pensare.
Come tra cielo e terra, sull’orlo stai
e scruti chi nell’ombra ti vuole relegare.
Pungente e forte il tuo sapore,
ma le mie labbra serrate
non lo vogliono assaggiare.
Ferma nei miei occhi ti sento tremolare,
non continuare..coprendoti col sonno,
ti potrò scaldare.
Con le vie del sale, non mi tentare,
da sole lo sai non possono bastare,
resta li’ non mi lasciare, se cadi..
svestita fra la gente mi faresti andare
e se proprio da me ti vuoi staccare..
rotola sul mio viso...
per un sorriso.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Dolcissima, e fa molta tenerezza questa tua preghiera alla lacrima che scende.
Malilnconica al punto giusto. Anche se non mi garba molto la rima devo però ammettere che mi sei piaciuta.
Brava!
M'

il 04/10/2002 alle 17:12

E' un inno al pianto per commozione e gioia e non per dolore...quindi un monito anche alla mia lacrima :-) Grazie del commento

il 07/10/2002 alle 19:24