Pubblicata il 08/03/2011
Forse stanotte verrai,
verrai questa notte
a mezzo il silenzio
e requie darai al mio cor.
Dammi requie stanotte!
T’aspetto
pur se costretto a vegliare
e quando il disco d’argento
spento sarà dal tuo mare,
non tardare, ma vieni.
So che non tieni sembianza,
ma quando sarai nella stanza
tornerà quella luce
che il solo pensiero induce
all’attesa.
Lo svago dei versi sicuro già persi
sboccerà di nuovo
e splenderà intorno
il fresco giorno di poesia.
(2000)
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Attendila con ansia e tenerezza
la persona che attraversa la tua mente,
prima o poi la riconoscerai,
e felice ti sentirai.
Affetto.
Marygiò

il 09/03/2011 alle 18:54

la poesia arriva e da luce...piaciuta assai..ninetta.

il 10/03/2011 alle 07:02

Bello il finale.
Bella poesia.
Saluti.
Alessia

il 10/03/2011 alle 19:25

Dopo panta attesa , spero che sia arrivata

il 26/04/2013 alle 18:10

Un'attesa di una presenza che scaccerà il buio del cuore,,, Piaciuta Fabio

il 04/05/2013 alle 00:53