PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 05/03/2011
Non si sa cosa
e dove
ma soprattutto perchè
e chi ci sarà
all’ora convenuta
sei venuta
come un incanto di primavera
seconda a nessuno
disse l’occhio di maiolica
del ciclope albino
mentre passava l’aspirazione
con candeggina profumata
in avanzato stato incontinente
quello sommerso affascina
per diversità di specie
dai molteplici cromatismi
ora li raccolgo
appaiati a tu per tu
infilzate all’arcobaleno
sgambettano cefalosporine
con le code sorridenti
non si sa cosa
stiano confabulando
se questa è la solita musica
o la fanfara d’ordinanza
vedrò di cambiare strumenti.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)