PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 13/01/2011
Nessuno ci aspetta stasera
e forse anche domani
tengono tutti al loro tempo
sapientemente organizzato
nessuno ci aspetta
nemmeno se arrivassimo con un cesto di doni
vedremmo un sorriso
un vero sorriso
Bisogna dire a tutti che si è molto impegnati
inventarsi storie
meglio molto affascinanti
conversando far sfoggio delle nostre conoscenze
brillanti, con i nostri viaggi fatti
e con quelli inventati...

La polvere brilla ormai sui davanzali
col vento si alza
entrando nelle case
Nessuno aspetta nessuno
stasera, domani, forse per sempre
per nessuno una semplice pacca sulla spalla
un silenzio
da consumare insieme
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

bellissima.

il 13/01/2011 alle 17:51

la falsità dei rapporti sociali pesa molto di più quando si è tristi e si vorrebbe condividere il nostro stato d'animo con un amico che manifesta condivisione con una "semplice pacca sulla spalla" e stando in silenzio. Con un vero amico non c'è bisogno di tante parole, non c'è bisogno di "recitare" ed essere brillanti. Ma sono così rari i veri amici...che si finisce per preferire stare soli, magari con un buon libro.
ti capisco Arturo. E condivido quello che dici.
un abbraccio
eos

il 13/01/2011 alle 19:28

Se mi permetti Arturo non ci credo che non ti aspetta nessuno, tu sei un uomo affascinante per me e sarai di sicuro pieno di amici che ti stimano e ti vogliono bene ne sono sicura. Vedrai che è solo un momento passeggero
che ti prende e ti fa vedere nero invece di bianco.
Ci sono passata anch'io una volta per questa via,
quindi ti capisco perfettamente.

un dolce bacio da marì

il 13/01/2011 alle 19:53

titolo e contenuto amaro, un cinismo, forse, dettato da troppi stimoli negativi della società d'oggi...
Speriamo però che in fondo alla via qualcuno ci aspetti, senza compiere agguati ma per donarci un momento solare da condividere.
Un abbraccio, quindi!
Ax

il 13/01/2011 alle 20:48

grazie kavka

il 13/01/2011 alle 21:21

è proprio come dici cara eos, aldilà del mio particolare momento, e dall' amarezza personale che spero passi esiste una situazione generale che è come tu l'hai descritta...e ne siamo tutti coinvolti, tutti, anch'io..ce ne accorgiamo quando ne siamo colpiti ma probabilmente non ci facciamo caso, o ci giustifichiamo, quando passiamo dall' altra parte...grazie cara per la tua condivisione

il 13/01/2011 alle 21:29

grazie Marì per le belle parole...grazie veramente, un abbraccio

il 13/01/2011 alle 21:34

grazie Marì per le belle parole...grazie veramente, un abbraccio

il 13/01/2011 alle 21:36

speriamo che sia come tu dici ax, in fondo alla via, ma anche prima..un abbraccio anche a te

il 13/01/2011 alle 21:42

Vero...nella maggioranza dei casi di questa società moderna. Ma ad ogni regola....ci sono eccezioni.
E anche se solo in una minoranza....non sei solo.
A presto, simone

il 14/01/2011 alle 11:16

grazie Simone

il 14/01/2011 alle 12:21

in realtà è un mondo di apparenze e di dipendenze. nessuno aspetta nessuno nella realtà vera. nella realtà vera non c'è niente da aspettare perchè tutto è già lì. si tratta 'solo' d'imparare a vedere e sentire. perdendo questi vecchi meccanismi di attese fasulle di vuote girandole.
auguri per l'apprendere che ti aspetta :-)

il 14/01/2011 alle 13:01

è un mondo di apparenze e dipendenze..hai detto bene, molto profonda questa cosa...nessuno aspetta nessuno nella realtà vera....anche questo profondissimo...il nostro potenziale umano è cancellato dalle aspettative che ognuno si fa dell' altro...nessuno "vede" l'altro per quello che è veramente...grazie jaciara, hai ragione anche nella chiusura del commento..bisogna imparare a vedere e sentire perdendo questi vuoti meccanismi...sei andata in profondità leggendo questa mia, ed hai chiarito qualcosa anche a me che l'ho scritta...grazie

il 14/01/2011 alle 13:26

complimenti per il titolo, purtroppo troppe volte realistico

il 14/01/2011 alle 17:18

grazie jimbo

il 14/01/2011 alle 20:16

credo che le visite siano quasi sempre legate ad un interesse, mi spiego :hai notato che quando hai la possibilità di donare ,di dedicarti agli altri hai la casa piena? tutti ti chiedono, vengono...appena sei tu ad aver bisogno ti danno solo se avrai la capacità di restituire.nessuno aspetta nessuno se non c'è il tornaconto.rimane qualche raro amico, raro..e qualche parente stretto..qualche.

il 15/01/2011 alle 08:14

c'è molto da lavorare, anche con noi stessi..per esempio quanti per delusioni ricevute non si chiudono in loro stessi e fanno come gli altri? L'uomo è conformista, e soprattutto debole, tutti ci adeguiamo, navighiamo in un acqua melmosa a volte disumana, rapporti meccanici e non autentici, e molti soffriamo di questo, senza tiuscire ad uscirne...grazie Ninetta

il 15/01/2011 alle 09:15

poesia dello scandalo, e profetica come mai altre, avevi ragione nessuno aspetta nessuno perché tra leoni s'usa così, rich.

il 15/01/2011 alle 23:23

i leoni sono quasi specie protetta ormai, domestici e quasi gattoni si aggirano spesso sui salotti di casa, e son molto, ma molto buoni...

il 15/01/2011 alle 23:48

A volte è proprio così ed è tristissimo e desolante. Ognuno si rinchiude nel suo guscio personale e si isola ed isola il prossimo. Anche io avevo un sacco di amici (o non lo erano?) con cui i rapporti si sono chiusi. Anche parenti. Siamo rimasti in pochi uniti. Che tristezza...
Complimenti, hai colto un aspetto della società di oggi.
Con affetto
Fabio

il 18/01/2011 alle 23:38

si Fabio è molto triste, e dipende dal fatto che ognuno di noi si fa un idea sbagliata dell' altro, aspettative, proiezioni mentali, paure, non si riesce piu' a "sentire" veramente chi abbiamo di fronte...grazie Fabio, un abbraccio

il 19/01/2011 alle 00:32

solo nei cartoni animati, rich.

il 20/01/2011 alle 18:29