Pubblicata il 06/01/2011
Quando il disastro è imminente, l’intelletto si corrompe!

I Veda dicono chiaramente: “Vinasa Kale, viparitha buddhi!”,
cioè: “Quando il disastro è imminente, l’intelletto si corrompe!”

Coloro che sono immersi nell’egoismo,
nell’ammirazione di sé, nell’avidità,
nel vizio, nella violenza e nella disonestà
saranno assaliti dai desideri malvagi
durante gli ultimi giorni e distruggeranno se stessi.

Il virtuoso giunge alla manifestazione
della Divinità interiore (Kaivalya),
o auto-realizzazione, mentre il malvagio
ottiene soltanto l’inferno (Naraka).

L’occhio dello spettatore
vede la stessa conclusione, la morte,
ma i fini raggiunti dai due sono differenti;
invisibile a coloro che sono all’intorno,
la meta è determinata dai pensieri
che sorgono nella mente durante gli ultimi momenti!

La fine della vita è normale,
la visione di Dio (Darshan)
è qualcosa da ottenere e meritare.
Questo è unico!

Soltanto in quelli che stanno per essere distrutti
nasceranno e saranno accolte le intenzioni malvagie;

gli ultimi pensieri di quelli che devono essere benedetti con la visione di Dio consisteranno di ciò che è puro ed eleva.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

molto interessante, anch'io credo che sia così, e poi ci sono momenti storici in cui queste cose sembrano ancora piu' vere, o forse ne abbiamo ancor piu' bisogno....

il 06/01/2011 alle 17:22

Bellissimi e interessanti i tuoi versi sui quali poter riflettere e farne memoria.
Molto piaciuti ed apprezzati....complimenti!
Un caro saluto,
helan

il 06/01/2011 alle 19:25

Quando il disastro è imminente....è l'occasione per salvare noi stessi o perderci per sempre. Alcuni reagiscono dando sfogo ai loro istinti malvagi e sono quelli che sicuramente non credono in un oltre e non si danno pensiero di salvare la loro anima. Altri trovano nella catastrofe imminente l'occasione per redimersi e prepararsi a morire da uomini non da bestie. Che credano o no in un oltre.
piaciuta molto.
un abbraccio
eos

il 06/01/2011 alle 19:40

verissimo tutti moriamo, solo quelli che lo meritano
avranno un posto riservato per contemplare la visione di Dio.

il 06/01/2011 alle 19:46

poesia che fa riflettere sulla vita terrena,
bisogna elevarsi alla visione di Dio in tempo.
Sei molto bravo Vincanzo complimenti.
Salutissimi.
Marygiò

il 06/01/2011 alle 23:39

ho la lucetta rossa sul disastro imminente... giudizio universale sia, ma prima qualcuno mi mandi un paio d'angeli a tirarmi disperatamente dalla loro parte, odio il caldo. lussuosa poesia, rich.

il 07/01/2011 alle 00:05

Gli ultimi nostri pensieri riflettono tutta la nostra
vita che volge alla fine, quindi non possono essere
falsificati!
Grazie Arturo

il 07/01/2011 alle 10:55

Grazie helan, è il caso di dire non è mai troppo tardi!

il 07/01/2011 alle 10:57

Purtroppo quando il disastro è imminente è già
troppo tardi, si dovà attendere la prossima occasione..
Grazie eos, ricambio l'abbraccio

il 07/01/2011 alle 10:59

Grazie del gadito commento

il 07/01/2011 alle 11:01

Grazie mia cara, ricambio i saluti con molto affetto

il 07/01/2011 alle 11:02

Hai la lucetta rossa accesa? Allora fai il pieno!

il 07/01/2011 alle 11:04

Condivido pienamente. Ciao, Fabio.

il 07/01/2011 alle 11:35

☺♥☺ om sai ram

il 08/01/2011 alle 00:22

:-) cuore :-) om sai ram

il 08/01/2011 alle 00:23

Grazie Fabio.

il 08/01/2011 alle 09:33

om sai ram

il 08/01/2011 alle 09:34

om sai ram

il 08/01/2011 alle 09:35