Pubblicata il 24/12/2010
Sentiva il bisogno di piangere.
Gocce disperse all'interno di un ricordo senza fine.
Quando mi diceva: " Non posso affidare la mia vita "
alle maree di un inferno.
" Non voglio più diventare malinconia "
come la luce di un crepuscolo, bella e rara,
come il vissuto insieme per poco tempo.
Perché le cose sfuggono?
Perché le stagioni concedono?
e poi a caso tolgono.
Perché raccontare il dolore?
Quando poi tutto va.
Quando è l'ultimo....tutto passa.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

tanti auguri e buon inizio :-) ciao

il 24/12/2010 alle 16:48

Auguri anche a te..........Buon 2011

il 24/12/2010 alle 17:26

Non so di chi tu stia parlando, se di te è bene, se di un terzo ti sei saputo immedesimare. " non voglio più diventare malinconia" che bella questa quasi-personificazione della malinconia, che è parte di noi. Tutto è parte di noi, ma fai prevalere anche ciò a cui noi diamo carica positiva, fa stare meglio :D

il 24/12/2010 alle 19:57

perchè è la vita..
saluti e auguri.

il 24/12/2010 alle 22:46

Perche'.....alcune volte....anche se si sa non ci sono risposte.....certe domande si devono fare. Complimenti e saluti

il 24/12/2010 alle 23:33

Grazie per i commenti.
UN BUON NATALE A TUTTI.

il 25/12/2010 alle 10:08