Pubblicata il 23/12/2010
L'appuntamento era per le diciotto.
Entrate e scusate, sono ancora vestito
da lavoro. Le solite cose, il traffico
il freddo la neve. Questo è il tinello.
Sono pesanti i passi di chi non conosce
il pavimento e il campanello è troppo
lungo o è troppo breve quando è un estraneo
a suonare al portone. Questo è il salone.
Che strano mostrare le stanze nude, con tutte
le luci accese, a te che bastano quattro candele.
Aspettate, scosto il telone, l'ho messo
per trattenere il calore. Lei non mi guarda
mai in viso e ogni tanto dà un colpo di tosse.
Anche mio padre faceva il falegname. E questo
è il balcone.
Lui si è appena rasato e ha un cappotto
di segreti.
E' venuta una giovane coppia a vedere la casa,
ma non compreranno.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

mi è piaciuta molto...tutto così distrattamente annotato e annoiato, l'acquisto? ma no, quelli non erano venuti per acquistare ma per scaricare una loro buona dose di noia!

il 23/12/2010 alle 20:49

scommetto che in fondo sei contento di non vendere la casa di tuo padre a quei due, così schifiltosi. Piaciuta tanto
Buon Natale
eos

il 23/12/2010 alle 21:05

meglio così i ricordi sono importanti :-) ciao

il 24/12/2010 alle 05:50

in fondo sei contento che sia andata così. ciao da ninetta.

il 24/12/2010 alle 11:34

Oh si! Perchè ogni volta devi mettere tutto in ordine, pulire, fare spazio ecc. e poi sono sempre orari un po' del cavolo.
Ciao e grazie.

il 24/12/2010 alle 12:18

non mi interessa molto chi comprerà, mi interessa di più che la casa sia venduta per quello che vale. Poi saranno solo ricordi.
Buone feste anche a te.
anakin

il 24/12/2010 alle 12:22

Grazie. Adesso vedi, sono curioso in riguardo alla colonna sonora! Mica mi lasci nel dubbio!
Ciao, stai bene
anakin

il 24/12/2010 alle 12:26

sono importanti, ma sarebbe utile ricordare di più quelli belli.
Ciao.

il 24/12/2010 alle 12:27

in fondo sì, per ora almeno, anche perchè non ho ancora deciso dove andrò...
Un saluto.

il 24/12/2010 alle 12:28