Pubblicata il 11/10/2010
Nel cuore della notte ascolto
la flebile voce dell'anima
mentre fuori la città
pulsa e scintilla di vita.
Aspetto solo che passi questa notte,
ed il giorno che verrà, e la notte
successiva ed ogni giorno
dopo quella. Passerà
questo morso allo stomaco,
svanirà anche la voglia di cancellare
tutto quello che è stato
e mai più sarà. Si dissolverà,
come una bolla di sapone,
il fragile sogno
che è la mia prigione.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

triste :-) ciao

il 11/10/2010 alle 23:35

reagisci,perchè di vita ne abbiamo una sola,
e non bisogna accartocciarla come carta vecchia.
ti assicuro che ho passato giorni tenebrosi,ma ho reagito.
spacca la prigione fai uscire l'angelo libero che trattieni.
baci buona fortuna

il 11/10/2010 alle 23:37