Pubblicata il 27/09/2010
Mi dicono che fuori di qui
il nubifragio non si placa.

(Rimbalzano insane le mie risate
sulle pareti asciutte e screpolate.)

Nella voce che a me si rivolge
avverto timore e indignazione.

(Freno l’ilarità che non ha sbocchi
se non nei crepacci di una fronte.)

Cerco di rassicurarla come posso
falsificando il colore degli occhi.

(Gli stessi che in quella pioggia battente
troverebbero ciò che da anni scarseggia.)

Mi dicono ch’è tornato il sereno.
Lampi e tuoni qui sono stranieri…

…e mi ritrovo carponi a cercare
una ciotola che so essere vuota.

SabyGRIZZLY 2010
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Caro PapOrso,
non son quasi più qui. davvero forse non lo ero mai stata, ma quando le mani si placano e sfioro PH, ti leggo,e oggi ti scrivo.
smack
liz

il 29/09/2010 alle 15:54

La ciotola si è riempita con la tua visita e soresggio questo momento.
Un grrrrrrrrrande abbraccio affettuoso
PapOrso

il 30/09/2010 alle 16:42