Pubblicata il 26/09/2010
cho io abbia due o più persone in me
prenderesti comunque grandi cantonate
ad accendere la luce all'improvviso
alla ricerca dell'ultimo abbaglio

corro rischi ben più gravi
quando la notte ripongo uno ad uno
tutti i miei coltelli tra i nostri cuscini e
faccio dei miei battiti di ciglia una preghiera

per guardarti i sogni
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

"faccio dei miei battiti di ciglia una preghiera" è il verso che oggi sento più mio, da rich.

il 26/09/2010 alle 15:32

piaciuta voto :-)

il 26/09/2010 alle 23:08

molto intrigante questa tua, con quei coltelli riposti tra i cuscini e il rischio che corri con i tuoi battiti di ciglia a guardar i sogni, amara e bella chiusa, come non fidarsi piu' dell'amore...

il 27/09/2010 alle 23:32
dck

Bella
bella davvero

Dck

il 28/09/2010 alle 09:51

Bellissimi i primi versi, i miei preferiti.
Poesia stupenda.
Alessia

il 28/09/2010 alle 13:29

E' quello più vero...

il 29/09/2010 alle 21:25

Grassie....

il 29/09/2010 alle 21:26

non ancora.... non fidarsi ancora...

Grazie Arturo

il 29/09/2010 alle 21:27

Grazie caro
...accolgo sempre con piacere il tuo apprezzamento

il 29/09/2010 alle 21:28

Grazie cara...
troppa grazia...!

il 29/09/2010 alle 21:28

acuta e pungente riflessione in carattere marcato...mi piace molto.
letta e riletta per gustare le sfaccettature.

Hola
pennablu

il 01/11/2010 alle 00:28

Mi era sfuggito questo tuo gradito commento...
Grazie!!!!

il 14/01/2011 alle 14:51

ah beh..... se piace alle grande Alessia!!1!

il 13/04/2016 alle 12:39