Pubblicata il 21/09/2002
Ali spezzate... i sogni
in quella pubblica piazza;
anime in lacrime...
mentre, cupo in volto,
avanza quel destino
che imprime l'orma.

Il silenzio
scandisce il tempo
nell'aria calda e pesante;
parole di fuoco alimentano
sensazioni fra amore...
e odio... e dolore...
in esplosioni di rabbia,
che cancellerà ogni senno.

Ipocrisia in quelle parole
e negli animi di chi ascolta;
solo il dolore é vero
per chi ha perso la notte!


Paola
18 settembre 2002
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)

Tanta ma tanta delusione nelle tue parole...
Rabbia, anche tanta rabbia.

Che dirti!?...
ti sono vicino!
M'

il 21/09/2002 alle 09:18

Poesia ... politica? non amo la piazza, gli animi vengono pilotati e manipolati, ma capisco la tua rabbia
Ciao
Axel

il 21/09/2002 alle 11:45

Neanche io amo la piazza, cara Paola. Ma la poesia ha il suo senso al di là dell'oggetto di ispirazione, ed è molto vera e ben scritta.
Un caro saluto.
max

il 21/09/2002 alle 15:15