Pubblicata il 22/06/2010
che ci colga il vento
o le ripide nubi transalpine
che ci prendano gli stormi di folaghe
quando zitte e tese si muovono verso sud

tu mi insegui
ed io inseguo dio
ma è con te che parlo la sera
quando la calma dei grilli accende la mia ombra

io ti inseguo
e tu mi ascolti quando
il crepitare del mondo d'un tratto s'arresta
ed io parlo lingue crepuscolari in gran segreto

e hai occhi bruni come miraggi
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

che bella! che ci colga il vento è già titolo che amo e il testo è coinvolgente, bye da rich

il 22/06/2010 alle 08:54

bellissimo questo parlare d'amore, così diverso dalle altre tue, nella sua pura astrazione..ciao

il 22/06/2010 alle 09:25

Grazie cara!
Sono coinvolta e produco roba coinvolgente. Bene! Ho ancora il dono della comunicatività.
I tuoi passaggi sono sempre graditissimi...!
Un abbraccio
Ele

il 22/06/2010 alle 12:05

Punti di vista...

il 22/06/2010 alle 12:06

diverso, sì... sembra stia accadendo qualcosa...
un grazie enorme!
Ele

il 22/06/2010 alle 12:06

eh si. occhi bruni. vabbe', bella. ma:

"e hai occhi verdazzurri come miraggi"

faceva piu' rima.

il 22/06/2010 alle 12:21

dici? chissà...
il fatto è che nessun paio di occhi verdazzurri mi inseguono. forse vagano altrove.

il 22/06/2010 alle 13:13

grazie cara!
troppa grazia...

il 22/06/2010 alle 16:42

Una pregevole poesia, scritta molto bene.
E' sempre un piacere leggerti.
Un grande abbraccio.
Dora

il 23/06/2010 alle 18:18

Grazie cara Dora!
Un abbraccio grande a te
Ele

il 24/06/2010 alle 18:03

Che mi racconti. va tutto bene con Wolf?
E da tempo che non lo sento.
Un abbraccio grande anche a lui.
A risentirci!
Dora

il 28/06/2010 alle 15:32

un piacere leggere anche questa ricca di panorami dell'anima
hola
pennablu

il 27/11/2010 alle 23:07