Pubblicata il 07/06/2010
Impronta,
che una scia di ansia
il mio passaggio lascia
nel quotidiano combattimento.
Gocce di sudore
nel tempo dell’amore
come nubi di pioggia
che inondavano l’aria
della mia adolescente passione.
Erba schiacciata
dal mio rotolare
aggrappato alla terra
con il sole negli occhi.
Solco nel letto
che guardo al mattino
con la nostalgia di un sogno.
Sguardi affrettati
della gente che incontro
per strada che sfiorano
la mia aria.
L’abbraccio di mia moglie
grande e preciso
come il mio cuore.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)