Pubblicata il 03/06/2010
Foglie di pensieri
che cadono addosso
anche la felicità ha il suo peso.
Lungo l’argine
delle emozioni
che mai tracollò
passano le vite
che incontrai e che
portarono ricchezza assai
a me ed al suolo che le ospitò.
Fertile e piena l’otre della memoria
mi avvio a gustarne il sapore
ed a raccontarne la strada
che porta all’onore.
Ma niente è ancora compiuto,
si aprono finestre
sulle valli del cuore
nelle pieghe della mia carne
ancora calda e sanguigna.
Amare questo territorio
la mia condanna,
sentirne il forte sapore,
il putridume delle viscere
umano e digno
come il dio creatore volle.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)