Pubblicata il 19/04/2010
Figure di uomini
attraversano la notte
avvolte nel buio,
scorgo bambini
perduta l’età
nei letti della solitudine,
che refrattari al sonno
cullano l’anima
con polveri e vene.
Perduta vita
ripiegata coscienza
vedi un po’ alla volta
per non vedere la verità.
Mentre, un bambino, sprofonda
nel suo incubo
ed un’altra, solitudine, lo abbraccia.
Mentre, una donna, muore
nella carne, il suo amore
sola, ormai, non vede più,
un'altra notte, un altro dolore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Tristemente veritiera questa piaga del nostro tempo,la droga,che uccide.Complimenti.Un saluto.T.

il 20/04/2010 alle 08:06

Grazie!

il 20/04/2010 alle 17:54