Pubblicata il 25/01/2010
Profumano di gelsomini
Le strade di Aleppo,
s’incrina le voce
al soffio del vento,
dune dorate
cantano inni
ai millenni perduti
nel gioco del tempo ,
raccolgo canestri
di petali rosa
per il rito serale
dei lavacri d’amore.

Arde il mio cuore ,
tatuato di te.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

ah... quel cuore tatuato!
Bussili
Ax

il 25/01/2010 alle 16:55

tatuaggio indelebile...
baci
lilli

il 25/01/2010 alle 17:46

Bellissima e molto musicale. Abbraccione. Giorgio

il 25/01/2010 alle 23:17

grazie , giorgio
un abbraccio anche a te
lilli

il 26/01/2010 alle 07:21

Bellissima,
ma è "normale" per una come te...
fai poesie così... come parlare del più e del meno
e infili queste perle...
Anche per me il finale è splendido
Ciao
Fabio

il 26/01/2010 alle 12:38

che bello avere un lettore così attento e gratificante come te!Grazie
ciao
lilli

il 26/01/2010 alle 13:19