Pubblicata il 12/01/2010
Conta le onde dal nulla venute, conta le foglie dal vento portate, conta le gocce dal cielo cadute, conta la notte,le stelle fatate. Così tante volte nei miei occhi sei stata,e nel mio cuore vissuta.Il sole ci guarda, la luna ci spia, mentre la tua bocca si congiunge alla mia, dietro alle nuvole un raggio di sole dietro a un tuo bacio un mondo d' amore...
I poeti sfruttano i dolori fisici con il fine di far emergere i dolori dell'anima...Così Dante creò l'inferno! La bellezza del paradiso la creò pensando a Beatrice... Io creo il mio di paradiso pensando ai "TUOI OCCHI" Tante notti,quasi eterne ed infinite a desiderarti pensare di essere vicino a te e poi baciarti sulle tue labbra fresche ma poi le luci del giorno mi fanno ritornare nella cruda realtà capendo che è un'amore impossibile ma che comunque per me resterà sempre nel cuore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

è dolcissima...mi piace.

il 12/01/2010 alle 09:20

ciao Carmela...grazie di avermi letto e commentato....io direi anche un pò tristuccia...
Grazie ancora...un caro saluto..
Lele

il 12/01/2010 alle 11:13

gli amori impossibili sono i più potenti nell'amore,
per questo non si deve mai mollare,
vai avanti così, sei un treno veloce,
poggiala per terra questa croce.
un saluto. marygiò

il 14/01/2010 alle 13:00

Grazie di averla letta e commentata....
io non mi arrenderei...cmq. grazie del consiglio...
ti lascio un saluto Luna
Lele

il 14/01/2010 alle 19:29

Grazie Mary de ltuo commento vorrei poterla posare la croce...Mah!! chissà un giorno forse..
grazie ancora...un saluto ...
Lele

il 14/01/2010 alle 19:36