Pubblicata il 03/12/2009
Lyedra,
troverò la strada che porta al castello
di pietre d'argento
dove prigioniera intessi trame di sogni
con fili di nebbia temprati dal pianto

Lyedra,
le verdi colline da tempo ho lasciato
Brandendo la spada di sangue ho bagnato
le nere terre degli elfi
In mille sentieri ho udito la tua voce...

"Non dimenticarmi
Io esisto
non solo nei tuoi sogni
Non abbandonarmi
La speranza ti porterà da me"

Lyedra,
tra mille sentieri ho scelto la mia strada
di lande ghiacciate e deserti di sale
Non trovo i confini del regno
da dove mi giunge la tua canzone...

"Non dimenticarmi
Io esisto
non solo nei tuoi sogni
Non abbandonarmi
La solitudine ti porterà da me"

Lyedra,
silenzio della notte e lacrime di cera
Senza spada né destriero mi accingo al cammino
che conduce al castello di pietre d'argento
da dove tu canti una triste canzone...

"Non dimenticarmi
Io esisto
non solo nei tuoi sogni
Non abbandonarmi
Il tuo Amore ti porterà da me".
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Stolcius sei stato contagiato da Sir ,bella escorrevole poesia, un fresco saluto

il 30/07/2013 alle 17:41

Grazie: ricambio di cuore il saluto. In effetti questa canzone la scrissi nel remoto 1987 ispirato dalle seriche arie dei trovatori provenzali e dell' "Ars Nova". Hai mai ascoltato(o letto) "Douce dame jolie" di Guillaume de Machaut?

il 30/07/2013 alle 18:19

io ho letto tanto dalla tavola rotonda al graal passando per i templari ma non ricordo , ma vedo che tu (se posso darti del tu) sai parecchie cose, un salutone

il 30/07/2013 alle 18:36

"Douce Dame Jolie"(Guillaume de Machaut: XIV secolo).Qui c'è il testo, nonchè un video con la canzone: http://lyricstranslate.com/it/Guillaume-de-Machaut-Douce-Dame-Jolie-lyrics.html A me fa venire i brividi(in senso positivo, ovviamente...).

il 30/07/2013 alle 18:49